Imola. Tempi duri per il fotovoltaico italiano. I sistemi incentivanti previsti dal Governo italiano continuano a mutare e gli investitori sono sempre più disorientati. Il terzo Conto Energia sembrava dovesse durare a lungo e invece a maggio 2011 è arrivato il quarto Conto e pochi mesi fa il quinto.

Il nuovo sistema incentivante è partito il 27 agosto 2012. È giunto pertanto il momento di riprendere in mano i dati pubblicati su Leggilanotizia a fine Gennaio 2012 (LINK) e vedere cosa è successo da allora nei 10 comuni del Circondario.

Il fotovoltaico nel circondario imolese continua a crescere e lo fa con tassi a due cifre. Prendiamo ad esempio il numero di impianti. A fine gennaio 2012 erano complessivamente 1.145 gli impianti in esercizio, a fine settembre invece sono 1.556. Una crescita del 36%, che ha dell’incredibile, visti i tempi di crisi che stiamo attraversando! Lo stesso si può dire per la potenza complessiva installata nei dieci comuni del Circondario. Dai 59.869 kW di gennaio 2012 si è passati ai 75.913 kW di oggi. Anche qui una crescita di circa il 27% in soli 7 mesi.

Tale crescita, come si può evincere dalla tabella 1, ha interessato tutti i comuni della zona. Un importante traguardo per questo territorio, che rafforza così il contributo del Circondario alla produzione elettrica fotovoltaica complessiva della Regione Emilia Romagna (passando dal 4,71% del gennaio 2012 al 4,93% di oggi). La Regione Emilia Romagna si conferma in questo modo la terza Regione italiana per potenza fotovoltaica installata, dietro a Puglia e Lombardia.

 
 Fotovoltaico Circondario Imolese Settembre 2012

Tabella 1: Numero di impianti e potenza complessiva nei 10 comuni del Circondario al 30 settembre 2012. (Elaborazione su dati GSE)

La crescita più cospicua delle installazioni fotovoltaiche nel primo semestre 2012 si è avuta nel comune di Imola, seguito da Castel San Pietro, Casalfiumanese, Castel Guelfo e Medicina. Più contenuta invece la crescita negli altri Comuni, come si può evincere dal Grafico 2.

  Fotovoltaico Circondario Imolese 2012 (2)

Grafico 2: Variazione della potenza complessiva installata nei comuni del Circondario imolese dal Gennaio 2012 al Settembre 2012. (Elaborazione su dati GSE)

Un’ultima interessante tendenza da evidenziare è la differente percentuale di crescita del numero di impianti e della potenza installata. Cosa vuol dire questo? Vuol dire che si sono costruiti sì nuovi impianti, ma questi sono mediamente più piccoli rispetto a quelli che venivano costruiti fino a qualche mese fa.

Il fenomeno è facilmente spiegabile alla luce delle novità introdotte con gli ultimi conti energia e altri Decreti dedicati alle rinnovabili. Oggi costruire grandi impianti in Italia è sempre più difficile. Prima forti vincoli alla costruzione su terreni agricoli di impianti con potenza superiore a 1MW, poi l’introduzione di registri a cui iscriversi per ottenere la tariffa incentivante. Infine una riduzione degli incentivi molto più forte per i grandi impianti rispetto ai più piccoli (anch’essi comunque fortemente penalizzati!).

Così la dimensione media degli impianti fotovoltaici del Circondario Imolese registra una contrazione del 7%, passando da una potenza media ad impianto di 52,3 kW del gennaio 2012 a 48,8 kW del settembre 2012. Cresce invece la potenza complessiva per abitante, passando da 0,451 kW/abitante del gennaio 2012 a 0,572 kW/abitante di oggi.

Il futuro del settore fotovoltaico italiano è molto incerto. Il V Conto Energia è entrato in vigore il 27 Agosto e si attende ancora di conoscere che impatto avranno le novità introdotte. Nel frattempo i costi per l’acquisto di un impianto continuano a ridursi e maturano i tempi affinché ogni famiglia installi dei pannelli fotovoltaici sul tetto e contribuisca in questo modo a migliorare la salute di questa casa comune chiamata Ambiente in cui tutti viviamo e da cui tutti dipendiamo. (Denis Grasso)