Formula Imola ora è tutta del Con.Ami ma Selvatico resta al volante

Pubblicata il 22 maggio 2017

Vai alla sezione Sport »

Formula Imola ora resta solo del Con.Ami ma Selvatico resta al volante
Imola. Formula Imola cambia "formula" e diventa tutta pubblica, ovvero le quote del marchese Uberto Selvatico Estense sono state comprate dal Con.Ami. Bene, verrebbe da dire, ora ci sarà maggiore trasparenza. E invece accadono due cose alquanto strane, il marchese senza quote in tasca rimane presidente del Cda di Formula Imola ridotto a tre componenti, viene disarcionato il direttore del Con.Ami Augusto Machirelli e nel Cda entrano Davide Baroncini della Dekra e Alessandra Raggi professoressa a contratto dell'università di Bologna. Perché il Con.Ami, che con il suo presidente Stefano Manara in sintonia con il sindaco Daniele Manca, che avevano duramente criticato Selvatico ora lo lasciano per tre anni presidente di una società nella quale non detiene nemmeno una quota? Per salvargli la faccia e rendere meno pesante il suo addio? Difficile dirlo, ma ormai pare chiaro che al volante dell'autodromo ci siano Manca, Manara e il potente capo di Comunica Guelfo Guelfi. Tanto è vero che è stato lo stesso Manara a convocare il consigliere comunale del Movimento 5 stelle Patrrick Cavina nel suo ufficio di via Mentana giovedì 25 maggio, forse per consegnargli le finora misteriose carte dell'accordo con Bernie Ecclestone chieste con un accesso agli atti, che Selvatico riteneva coperte da gravi clausole di riservatezza. Si vedrà se l'autdromo comincerà pian piano a diventare una "casa di vetro", frase che piace tanto a Manca.

Intanto i pentastellati vanno all'attacco del bilancio 2016 di Formula Imola: "I 35.435 euro di utile sono  una cifra che non copre neanche il costo del rifacimento del cordolo della curva delle Acque minerali, pagato da Con.Ami, insieme ad altre innumerevoli spese, non presenti nel bilancio di Formula Imola ma 'scaricate' in quello del Con.Ami. Ad esempio, per il solo 2016, alcune spese in carico al Con.Ami sono state le seguenti: Cordolo della curva Acque Minerali 37.853 euro, Fornitura di altri cordoli vari  8.525, Fornitura recinzione tribuna A 5.730, campagna pubblicitaria Minardi Day 20.000, Nuovo impianto di cronometraggio 29.892, Sistemazioni avvallamenti del paddock 3.950, Sistemazione gradinate tribuna rivazza 10.050, Fornitura parapetti in metallo tribuna rivazza 2.990 ecc...E' evidente che per tenere in positivo il bilancio del gestore, si va ad aggravare il bilancio del consorzio che, al di là dei capitali spesi per l'ammodernamento della struttura (sala polivalente, museo, hub turistico ecc…), ogni anno si carica di centinaia di migliaia di euro di “altre spese” inerenti l'autodromo".

(m.m.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.Iva 02226881205
Codice Destinatario: M5UXCR1


© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy