Nuova legge urbanistica regionale, non è tutto oro quel che luccica

Pubblicata il 11 gennaio 2018

Vai alla sezione Ambiente »

Non è cosa da tutti il riuscire ad affermare una posizione nascondendo l'esatta verità utilizzando parole e termini tali da rendere l'idea opposta. La consigliera regionale Manuela Rontini sembra davvero capace di tanto nel parlare della nuovo legge regionale sull'urbanistica.

Per cominciare un piccolo un esempio chiarificatore: Possiamo iniziare con il Ptr per poi arrivare al Ptav passando per il Pug; in caso di inconvenienti si potrà ricorrere al Poc o, in casi estremi al Pua. Si raccomanda solo in casi di estrema necessità.

La consigliera inizia con l'affermare che il suolo non urbanizzato è una risorsa finita e, insistendo su tale assioma, afferma che al massimo, con questa nuova legge regionale l'espansione urbanistica verrà contenuta entro i 70 chilometri quadrati. A volte i numeri non riescono a rendere con precisione le entità, quindi: considerate la via Emilia da Imola a Castel San Pietro e, parallele ad essa, tracciate due rette: una a sud all'altezza di Montecatone e una nel lato opposto passante per Casola Canina. Otterrete in questo modo un rettangolo di circa 70 km quadrati. Se vi sembrano poco...

Estende poi il suo pensiero racchiudendo in un 3% del territorio attualmente urbanizzato il consumo di suolo e ci avverte che, in precedenza, si poteva raggiungere l'11%. Brava. Ci sta informando che non moriremo questa sera, ma domani mattina presto. Se valutiamo la superficie urbanizzata di città come Bologna (un quadrato di 15 km di lato circa: 225 km quadrati) e aggiungiamo la superficie di tutte le altre città Emiliane, paesini compresi, potremmo raggiungere estensioni territoriali urbanizzate impressionanti: nel lontano 2008 si erano già oltrepassati i 2000 km quadrati e ad oggi? Una stima prudente immagina un altro sostanzioso rettangolo come il precedente, forse estendendo il confine sud all'altezza di Castel Guelfo. Tranquilli però: siamo tra le regioni più virtuose e, forse, la più virtuosa.

Desidereremmo far osservare alla consigliera e a tutti quelli che hanno fornito il loro prezioso contributo alla formazione di questa legge virtuosa che, se la memoria non inganna, lo smisurato sviluppo edilizio è stata la causa scatenante della crisi nella quale ancora ci stiamo dibattendo, con conseguente appesantimento delle sofferenze bancarie e relativi costi caricati sulla fiscalità generale (ma ci informano che i risparmiatori sono stati salvati: sigh!).
Nella nostra piccola realtà Imolese gli appartamenti invenduti sono ancora parecchie centinaia e non sono poche le situazioni di stallo: scheletri in cemento stoppati dal blocco del credito e dall'esaurimento dei fondi societari e nuove iniziative spuntano come i funghi. Forse sarebbe opportuno riflettere sul dilagare delle nuove costruzioni e la loro conseguenza: per la lapalissiana legge della domanda e dell'offerta, saturando il mercato dell'immobile ed insistendo nell'immettere nuove offerte sul mercato non ricettivo, inevitabilmente tutti i possessori di immobili si ritrovano un po' più poveri. Abitazioni civili acquistate a cento, oggi valgono settanta e si rischia la parità di valore dell'ipoteca eventualmente accesa, con tutte le inevitabili conseguenze.

Interessante poi la serie di clausole inserite: eccezioni per interventi a sostegno dello sviluppo, l'attrattività del territorio, insediamenti produttivi , edilizia sociale e gli speciali favori agli amici degli amici (quest'ultima l'ho aggiunta io). Nella nostra realtà, nella serie dell'attrattività del territorio, rientra la costruzione di capannoni industriali per 8500 metri quadrati in una delle zone più belle e verdi della nostra periferia, dove fino a poco tempo fa si giocava al calcio. Un'attrazione irresistibile per la nostra realtà!
Ptr, Ptav e Pug, Poc e Pua: Patatrac!

(Mauro Magnani)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl