Cambiavento

Italiani sempre più multiscreen

Pubblicata il 14 febbraio 2018

Vai alla sezione Web & Media »

Italiani sempre più multiscreen
Gli italiani sono multiscreen e, negli anni, si sono lasciati divorare dalla tv. Non riescono a staccarsene mai. Che si tratti dello smartphone, della tv, del computer, le nuove generazioni sono sempre pià legate allo schermo. A dirlo è l'ultimo rapporto Eurispes dedicato all'Italia.

Multiscreen e amanti delle social tv
Sei persone su dieci, in Italia, sono sempre esposte a uno o più schermi. E' il quadro che traccia il 30° Rapporto Eurispes Italia sulle abitudini della popolazione. Sì all'informazione, ma sempre più video e non solo tv. Cresce, infatti, la tendenza a utilizzare più schermi, anche allo stesso tempo. Non si verifica, così, un effetto di cannibalizzazione ma un vero e proprio dialogo tra i diversi strumenti di comunicazione, con ottime occasioni di crescita per il settore e buone opportunità per gli addetti al lavoro. Gli occhi si muovono continuamente alla ricerca di dettagli e informazioni tra tablet, pc, smartphone, carta stampata.

Spazio alle immagini
Il 2018 è l'anno in cu continueranno ad affermarsi le immagini anche sui social network. Meno attenzione ai testi, più spazio a foto e video. Ma quel che è certo, secondo l'Eurispes, è che uno spazio crescente del tempo degli italiani sarà dedicato al consumo di contenuti audio e video anche dal cellulare. Gli smartphone, infatti, sono entrati di diritto negli accessori indispensabili per i millennials e non solo.  Non possono farne a meno e, considerandoli una vera e propria estensione di se stessi, li rendono particolari grazie a cover cellulari che, attraverso portali come Personalizzalo.it, sono specchio della propria personalità.

Internet sempre più vicino
Cresce la percentuale di persone, in Italia, con accesso alla rete internet. La penetrazione della rete, infatti, è pari al 75 per cento della popolazione. Molto più ampia tra i giovani, dove tocca il 90 per cento, tocca anche un anziano i tre. Più in generale, ben sei persone su dieci ritengono di essere sempre connesse ed esposte alla visione di uno schermo. In molti casi, si dichiarano esposti a più schermi allo stesso tempo. Questa tendenza al multiscreening, tra l'altro, apre interessanti opportunità per gli editori. I diversi media imparano a dialogare tra di loro, sfruttando al meglio le potenzialità e le specificità. Il rapporto, ad esempio, evidenzia che mentre la tv aiuta a creare una ritualità, capace di unire più persone, chiamate anche a commentare insieme eventi e notizie – sia on che off line – le social tv, come Netflix, offrono vantaggi che vanno oltre quelli della tv generalista. In particolare, un'ampia gamma di produzioni originali, da fruire quando e come si preferisce.

Boom per la internet tv
E il fenomeno della internet tv, secondo quanto emerge dal Rapporto Eurispes, sembra davvero inarrestabile. Le piattaforme video on demand nuove, come Netflix e Nowtv, infatti, stanno intercettando un nuovo pubblico, non interessato alla pay tv fino a poco tempo fa. Ecco perché su questo piano inizia l'interessante sfida di molti player del comparto dei media entertainment.

Cosa guardano le nuove generazioni
Cosa guardano le diverse generazioni e come fruiscono dei contenuti video? Il consumo dei prodotti in streaming è prioritario soprattutto per le generazioni più giovani. In particolare, il 43 per cento dei Millennials, il 36 per cento della Generazione X e il 27 per cento dei Baby Boomers (quella più grande di età rispetto alle precedenti) guarda programmi, film e serie tv su internet. I contenuti sono rigorosamente in streaming e il consumo è settimanale. Per i contenuti a pagamento le percentuali fanno registrare un sensibile calo e toccano, rispettivamente, quota: 21 per cento, 14 per cento e 10 per cento.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl