Discarica Tre Monti, interviene l'Antitrust: “Serve una gara pubblica”

Pubblicata il 2 agosto 2018

Vai alla sezione Cronaca »

Discarica Tre Monti, interviene l
Imola. Questa volta tocca all'Autorita garante della concorrenza e del mercato bacchettare il Con.Ami e Herambiente “rei” di avere stipulato un “contratto di affitto che attribuisce in capo al gestore una esclusiva di fatto nel servizio di smaltimento in discarica, senza che tale soggetto sia stato selezionato mediante idonee procedure a evidenza pubblica”.

La vicenda nasce da un esposto depositato dal deputato Galeazzo Bignami, al tempo consigliere regionale di Forza Italia e Nicolas Vacchi, consigliere comunale di Imola dello stesso partito. Un contratto di affitto di ramo d'azienda che, evidenzia l'Autorità, Con.Ami e Herambiente sottoscrivevano il 6 luglio 2009 per la gestione della discarica con scadenza al 2040 in sostituzione di quello precedente con scadenza al 2030 firmato con l'Azienda multiservizi imolese Spa (Ami, ndr). Rapporto di affidamento che “appare quindi suscettibile di determinare condizioni non concorrenziali nell'offerta dei servizi di smaltimento e di cui appare discutibile la legittimità, in quanto posta in essere da un soggetto pubblico che è onerato da obblighi di pubblicità e trasparenza nella concessione dell'area pubblica”.

In altre parole quantomeno la normativa sulla concorrenza è stata in qualche maniera sacrificata dalla modalità di affidamento scelta dal consorzio alla cui guida siede ancora oggi Stefano Manara, al contrario dell'altra partecipata comunale Area Blu in cui il presidente Vanni Bertozzi si è dimesso dopo le elezioni del 24 giugno scorso vinte dal M5S.

Una vicenda che si va a sommare a tutte quelle recentemente vissute dalle partecipate comunali: dalla ricordata Area Blu, alla “inconferibilità” dell'incarico di amministratore unico di Benicomuni a Loris Lorenzi, al project financing della piscina dell'Ortignola. Insomma certamente alcuni nodi in città stanno cominciando a venire al pettine e questo non può che essere un bene per la trasparenza.

Ma non finisce però qui tanto che “l'Autorità rileva criticità concorrenziali derivanti dalla carenza di un titolo legittimo per la gestione della discarica Tre Monti da parte della società Herambiente Spa evidenziando come tale assetto della gestione della discarica, peraltro, rischia di avvantaggiare il gestore anche nella partecipazione alle future gare per il servizio di gestione dei rifiuti urbani”
E, precisa: “Anche se il servizio di smaltimento è tariffato e ci sono obblighi di accesso, infatti, l'integrazione verticale potrebbe comunque determinare vantaggi competitivi in sede di gara”.

Insomma se non un pasticcio qualcosa di simile che fa dire alla Agcm che “alla luce delle considerazioni suesposte, l'Autorità, ritenendo che la segnalata irregolarità dell'attribuzione del servizio di gestione della discarica Tre Monti impedisca il necessario confronto concorrenziale, auspica che quest'ultimo venga rapidamente affidato, per un periodo di tempo ragionevole e comunque strettamente parametrato alle esigenze di recupero di eventuali nuovi investimenti (se si faranno vista la vertenza giudiziaria in atto, ndr), mediante l'espletamento di una procedura ad evidenza pubblica aperta al maggior numero di soggetti possibile e nel rispetto dei principi concorrenziali della normativa nazionale e comunitaria”.

Ora la sindaca Manuela Sangiorgi si vede aprire un altro fronte caldo perché toccherà al Con.Ami comunicare “entro 45 giorni le iniziative che intenderà intraprendere per assicurare le corrette dinamiche concorrenziali alla luce di quanto rappresentato dall'Autorità”.

Pare scontato che la prima cittadina dovrà valutare una risposta col presidente del Consorzio forse diversa da quella che lo stesso, notoriamente non ostile alle politiche di Hera, avrebbe dato sino a qualche mese fa.

(Verner Moreno)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy