Manifestazione per ricordare la battaglia di Purocielo

Pubblicata il 22 agosto 2018

Vai alla sezione Memoria »

Manifestazione per ricordare la battaglia di Purocielo
Faenza. Tre iniziative per ricordare la battaglia di Purocielo. Il primo appuntamento, domenica 26 agosto, è dedicato alla 36ª Brigata Garibaldi. Il programma prevede alle ore 11 la messa, a seguire il pranzo il pranzo. Alle 14 è previsto l'intervento di Nicola Iseppi, sindaco di Casola Valsenio - Unione dei Comuni della Romagna faentina e alle 14.30 letture di brani tratti da testimonianze e racconti dei protagonisti di Ca' di Malanca a cura di Acsé e musiche eseguite dal gruppo “Bella Ciao trio”.

La data coincide con il trasferimento dell'intera Brigata dalla zona tra Casola e Palazzuolo – dopo avere lasciato una decina di giorni prima l'Alto appennino imolese – nel territorio del torrente Sintria. Ha scritto Luciano Bergonzini in “Quelli che non si arresero” (Editori Riuniti, 1957, Roma): “E così quando, la sera del 23 agosto, la Brigata lasciò Sommorio e si avviò verso la nuova sede di Monte Romano - Fornazzano, i partigiani inquadrati regolarmente nelle diverse compagnie erano oltre milletrecento…”. Qui, l'intera Brigata rimase fino al 18 settembre. Da quella data, su indicazioni del Comando Unificato Emilia-Romagna, fu divisa in quattro Battaglioni e due di essi (in pratica la metà della Brigata) continuarono a presidiare la zona fino all'epilogo della durissima Battaglia di Purocielo combattuta il 10, 11 e 12 ottobre 1944”.

Gli altri due eventi avranno luogo domenica 7 ottobre, con l'escursione lungo il Sentiero dei Partigiani (organizzata dal Cai di Faenza e di Imola) con partenza alle ore 9 dalla chiesa di Purocielo. La camminata ripercorrerà i luoghi più importanti degli scontri tra partigiani e tedeschi. Inoltre, sabato 13 ottobre, ore 10.30, si terrà a S. Eufemia di Brisighella una cerimonia presso il “Monumento Biancini” in memoria dei 57 partigiani caduti nella Battaglia, con l'intervento delle autorità e la presenza delle bandiere partigiane e dei gonfaloni istituzionali.

Per raggiungere Cà di Malanca
In auto, dalla provinciale Brisighellese, deviando per San Martino in Gattara in direzione Monte Romano - Croce Daniele, continuando a destra su strada sterrata per tre chilometri e mezzo.
A piedi, percorrendo i sentieri: n. 505 CAI da Croce Daniele; n. 579 CAI da Purocielo; n. 2 UOEI da San Cassiano.
Domenica 26 agosto chi è interessato a percorrere il sentiero n. 579, il ritrovo è fissato alle ore 8.30 presso la chiesa di Purocielo.
Indispensabile la prenotazione scrivendo a info@camalanca.it.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy