Guardare il mondo “DiversaMente”

Pubblicata il 10 ottobre 2018

Vai alla sezione Cultura & Spettacoli »

Guardare il mondo “DiversaMente”
Imola. La Legge 180 (nota come Legge Basaglia) compie 40 anni. Il 13 maggio 1978 fu approvato il provvedimento che di fatto sancì la definitiva chiusura dei manicomi. Per ricordare questo anniversario, i soggetti che si riconoscono nella cornice di “Oltre la siepe” hanno dato vita a una rassegna di eventi dal titolo: “40° Legge 180. Guardare il mondo DIVERAmente - Un percorso di liberazione per tutti. E non solo per alcuni”.
Eventi artistici, culturali, incontri che intendono mettere al centro il valore delle differenze o portano a riflettere sul tema dei diritti e del benessere mentale dei cittadini, per una comunità che “Vive, cresce e si nutre del sapere di tutti”.
Dopo la prima parte della rassegna che si è svolta tra il marzo e giugno 2018, inizia il 10 ottobre 2018, la seconda parte della rassegna che proseguirà fino a dicembre 2018.

Mercoledì 10 ottobre 2018, "Giornata mondiale della salute mentale", dalle ore 9.30 alle 13, è previsto l'evento pubblico “Recovery e dintorni” presso la sala Bcc Città e Cultura di Imola. Sarà proiettato il documentario “Cristina. Il racconto di una malattia”, di Silvia Chiodin. A seguire, incontro con la regista Silvia Chiodin. Il film nasce dalla lettura del libro “Non spegnere la Luce - Viaggio introspettivo in una psicosi” di Cristina Marcato ed è il racconto di Cristina: un passato segnato dalla sofferenza e dalla malattia psichiatrica.
Al film e all'incontro con la regista Silvia Chiodin, seguiranno interventi di soggetti che a vario titolo sono impegnati per la Salute Mentale.

Il programma prosegue sabato 13 ottobre con due spettacoli. “Raptus” ore 17.30 presso il Teatro Lolli di Imola in Via Caterina Sforza, 3, organizzato dal Centro Interculturale delle Donne di Trama di Terre. “Raptus” di e con Rossella Dassu, voce fuori campo Francesca Mazza, regia e collaborazione alla drammaturgia Alessandro Lay, indaga le origini storiche e culturali di un grande e fatale errore politico: giustificare la violenza maschile sulle donne come frutto di un raptus di follia. Si propone un percorso a ritroso, fin dal Mito Greco, che ricerca le origini di questi gesti efferati, erroneamente definiti “raptus”, consapevoli del fatto che se si vuole avere una comprensione del presente e delle nevralgie che lo caratterizzano, bisogna ripartire dalle origini.

Dopo il dibattito, ci si sposta al parco dell'Osservanza di Imola per un aperitivo, a cui seguirà lo spettacolo “L'armata dei corpi invisibili” della Compagnia Exit, regia Samanta Sonsini, ore 20.30 all'interno del Padiglione della lavanderia dell'ex manicomio. L'armata dei corpi invisibili combatte contro il nulla che avanza, in luoghi dove si viene risucchiati via dalla vita stessa. Una confusione di corpi ammassati, chiusi in una grande gabbia che lascia uscire solo chi è disposto a correre dei rischi, chi è disposto a mettere corpo e anima per non essere sacrificato al mondo globalizzato che digitalizza anche le emozioni, congela vite e sentimenti rinchiudendo tutti dietro ad alte mura.

Martedì 16 Ottobre ore 20.30 presso la BIM Biblioteca comunale di Imola è in programma “Melanconia con stupore”: presentazione del libro di Karen Venturini. L'autrice dialoga con la psichiatra Ivonne Donegani sulle storie di donne create su ispirazione di ritratti fotografici e diagnosi presenti nelle schede delle ricoverate nel Manicomio di Imola alla ne dell'Ottocento. L'evento è a cura di BIM Biblioteca Comunale di Imola.
Gli eventi proseguiranno nel mese di novembre.

Oltre la Siepe
"Oltre la siepe" è un mosaico di iniziative che ruotano attorno ai temi della salute mentale e del benessere dei cittadini, animato dalle Associazioni di Imola e dintorni, con la collaborazione del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze patologiche Ausl Imola, con il Patrocinio dell'Amministrazione comunale di Imola. "Oltre la siepe" persegue l'obiettivo di favorire una maggiore inclusione sociale all'interno della nostra comunità, rafforzare il senso di appartenenza, sviluppare modelli positivi di relazioni all'interno del nostro tessuto sociale e sottolineare l'importanza della pratica della cittadinanza attiva.
Attraverso lo sport, il teatro, la musica, corsi creativi, seminari e altri eventi di carattere sociale e culturale, le azioni di Oltre la Siepe promuovono l'idea di un'attenzione partecipata dei cittadini al tema della qualità della vita e del benessere mentale.
Gli eventi in programma costituiscono un invito per i cittadini a riflettere sulle proprie opinioni consolidate e contrastare i pregiudizi, facilitando la formazione di nuove rappresentazioni sociali: quelle nate dall'incontro e dalla conoscenza diretta dell'altro: le sole che possono determinare la coesione sociale.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy