Guerra su Acer fra i sindaci del Circondario e Imola, presagi negativi per Con.Ami

Pubblicata il 17 ottobre 2018

Vai alla sezione Politica »

Guerra su Acer fra i sindaci del Circondario e Imola, presagi negativi per Con.Ami
C'è in atto un braccio di ferro molto pesante fra i sindaci del Circondario (nella foto la sede di via Boccaccio) e la sindaca di Imola Manuela Sangiorgi. L'ultima puntata, che fa presagire venti di guerra anche per quanto riguarda il cda del Con.Ami venerdì 19 ottobre, è quella accaduta su Acer. Il 16 ottobre i sindaci di 8 Comuni su 10 si sono riuniti in assenza di Imola e hanno preso la decisione di proporre all'assemblea di tutti i Comuni soci di Acer il nome dell'avvocato Fabiola Salucci in sostituzione di Carmela Cappello, ex candidata a sindaco del centrosinistra e ora consigliera comunale, nel cda di Acer. Le due avvocate si conoscono per aver collaborato fra loro parecchi anni fa.

"Abbiamo scelto all'unanimità dei presenti fra i curricula che ci aveva mandato la sindaca di Imola la figura che ci sembrava più valida per un incarico così importante - spiega il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti -. La sindaca Sangiorgi ha mandato una mail con il suo nome preferito e non è venuta nemmeno a difenderlo e a spiegare le ragioni profonde di tale scelta. Si tratta di un comportamento molto imbarazzante, direi arrogante, per il Comune che ha il patrimonio di case popolari più grande nel Circondario".

Ovviamente opposta la lettura che ne dà il Movimento 5 stelle imolese: "Ancora una volta il Circondario  si permette di scavalcare gli interessi di Imola e degli imolesi, ma collateralmente anche quelli di tutti i cittadini del Circondario. Nessuna considerazione della volontà del Comune capofila nel processo di individuazione del nominativo per la designazione a componente del Consiglio di amministrazione di Acer. Il Comune di Imola ha proposto una figura con un profilo tecnico e di formazione di assoluta valenza. La giunta a tre del Circondario, nella quale la presenza di Imola incredibilmente non è prevista, ha optato e votato un altro profilo. Nonostante le continue bocciature elettorali il Partito Democratico non molla, e grazie alla maggioranza di quote Pd all'interno del Circondario (in cui ricordiamo sono presenti oltre a Imola altri 9 Comuni) dimostra ancora una volta di anteporre le poltrone al miglioramento dei servizi delle città del Circondario. Simili comportamenti ledono i cittadini di tutti i Comuni del Circondario, nell'interesse di continuare a garantire la sopravvivenza del Pd stesso. Quanto durerà ancora? Molto presto (nella prossima primavera, ndr) ci sarà una nuova tornata di elezioni amministrative che coinvolgerà la maggioranza dei Comuni del Circondario: per il bene dei cittadini auspichiamo l'arrivo del cambiamento anche nei Comuni limitrofi".

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy