Scuola Made, il corso per una carriera di successo in cucina e ospitalità

Pubblicata il 3 novembre 2018

Vai alla sezione Scuola e Formazione »

Scuola Made, il corso per una carriera di successo in cucina e ospitalità
Scuola Made è il corso post diploma in "Management dell'accoglienza e discipline enogastronomiche" di Fondazione Campus in collaborazione con Fondazione Palazzo Boccella, che quest'anno giunge alla quinta edizione.

La scuola
La Scuola si rivolge a chi desidera intraprendere una carriera nei settori dell'enogastronomia e dell'accoglienza, in quanto forma profili qualificati in grado di gestire tutte le attività legate alla ristorazione e all'ospitalità: dalla conoscenza dei prodotti enogastronomici alle nuove tendenze dell'arte culinaria, dall'approvvigionamento al controllo qualità della produzione e distribuzione di cibi e bevande fino alla gestione e organizzazione di eventi e servizi di banqueting. Al termine del percorso gli studenti saranno inoltre in grado di accogliere ed esaudire le richieste di una clientela internazionale e avranno le competenze economiche per la gestione del marketing, dei costi e della contabilità della ristorazione.

La formula intensiva di Scuola Made prevede sei mesi di lezioni frontali in aula - tenute da docenti universitari, professionisti ed esperti di enogastronomia e ospitalità, manager di aziende leader del settore -, laboratori pratici di gastronomia, banqueting e organizzazione di eventi, comunicazione e accoglienza e un'esperienza di stage curriculare in Italia o all'estero selezionato dal personale dell'ufficio Career Service di Fondazione Campus.

L'ufficio Career Service supporta gli studenti di Scuola Made nella creazione di un proprio percorso professionale organizzando incontri di orientamento e individuando le offerte di stage più idonee alle competenze e alle aspirazioni degli allievi grazie ai contatti con oltre 600 aziende partner.

Durante i mesi di lezione gli studenti risiedono assieme presso la sede del corso, Palazzo Boccella – una residenza storica sulle colline di San Gennaro, in provincia di Lucca -, facendo un'esperienza di vita in comune, sul modello dei campus americani: una precisa scelta didattica volta a responsabilizzare gli studenti e a favorire in loro la capacità di lavorare in squadra.

Che il format della scuola sia efficace e di successo viene confermato del tasso di job placement: l'81,8% degli studenti di Scuola Made ha un impiego a sei mesi dal conseguimento del titolo.

L'offerta formativa
“La nostra offerta formativa – afferma la Professoressa Enrica Lemmi, direttrice di Scuola Made - da sempre si caratterizza per la capacità di affiancare a una solida preparazione culturale l'esperienza professionalizzante, attraverso stage e progetti che consentono la costruzione di un curriculum professionale ancora prima di aver terminato gli studi. Questo viene evidentemente premiato dal mercato del lavoro visti i tassi di occupazione dei nostri allievi. Inoltre, da quest'anno, il corso, che rientra nel più ampio progetto 'Made in Capannori', può vantare il riconoscimento della figura professionale da parte della Regione Toscana”.

La validità del percorso di studi viene confermata anche dai racconti degli allievi che hanno frequentato le passate edizioni della Scuola e che adesso hanno trovato un impiego in grandi hotel di prestigio internazionale o a fianco di quotati chef in Italia o all'estero.

I racconti degli allievi
“Scuola Made non è solo una scuola” - racconta Camilla Viveros, che dalle cucine di Palazzo Boccella è passata a quelle del ristorante Sikelaia a Milano, un'istituzione per gli amanti della cucina siciliana, per arrivare poi a gestire autonomamente un laboratorio di una pasticceria-gelateria e infine al prestigioso Four Seasons di Firenze.

“Scuola Made - prosegue Camilla - per me è stata un'esperienza di vita. I docenti ti preparano a quello che ti aspetta una volta fuori. E poi l'opportunità di sperimentare, di costruirsi un curriculum ancora prima di uscire dalla Scuola. Il Career Service mi ha procurato uno stage al Forte Village Resort; professionalmente è stata un'esperienza fondamentale, che mi ha decisamente favorito nella ricerca di altri lavori perché potevo vantare una collaborazione in una struttura conosciuta in tutto il mondo. E' stato quello il momento in cui ho capito che ce l'avrei fatta. Certo per raggiungere questi obiettivi mi sono dovuta impegnare e specializzare. Sono serviti forza di volontà e disciplina. Oggi non posso fare a meno di ripensare con orgoglio al percorso fatto”.

Carlotta Cervia dopo scuola Made ha trovato lavoro all'Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria come Maître de salle al poolbar. “La struttura, la validità degli insegnanti – racconta Carlotta -, ma anche le amicizie e l'esperienza di vita, la puntualità e la capacità di lavorare in team. Sono questi gli elementi appresi a Scuola che mi hanno permesso di raggiungere questo importante traguardo professionale”.

Joshua Strati dopo Scuola Made fa il cuoco al Forte Village Resort in Sardegna. “Ho imparato a gestire i tempi in cucina al Made - racconta Joshua -. In cucina l'ingrediente fondamentale è il tempo, se sbagli quello non c'è niente che tenga. Altro insegnamento prezioso: mettere in conto anche l'ansia. Oggi passo 10 ore al giorno dietro ai fornelli di uno dei ristoranti più rinomati al mondo, una struttura che in alta stagione può ospitare oltre 1700 clienti. Tutto deve essere impeccabile. Nei sei mesi passati a Scuola si cresce, si cambia, si matura, ci si prepara per affrontare il mondo del lavoro e alla fine ci si scopre pronti. E' bello contare su una solida preparazione. Quando arrivi in una nuova cucina sei sempre un po' intimidito. I colleghi ti chiedono da dove vieni, che percorso hai fatto. Rispondi loro che hai frequentato Scuola Made. Gli altri cuochi la conoscono, sanno che chi esce da quella scuola sa stare in cucina e tu torni subito ad essere più sicuro di te stesso”.

“Gli iscritti vivono insieme supportandosi e a volte sopportandosi: è una grande lezione di vita”. Interviene Emanuele Leone Menchetti, studente della terza edizione, che adesso lavora a Madrid, nella cucina del ristorante 3 stelle Michelin DiverXo. “Al momento – racconta - sono responsabile della preparazione di primo rango, sous chef al reparto antipasti. Cucinare è quello che amo fare e sono anche piuttosto bravo. Ma poterlo fare in uno dei migliori ristoranti in Europa è anche merito di Scuola Made e del Career Service, che ha creduto in me e si è impegnato per trovarmi le migliori opportunità professionali”.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy