Pd verso un congresso breve, per ora sono tre i candidati a segretario

Pubblicata il 15 novembre 2018

Vai alla sezione Politica »

Pd
Imola. Dalla direzione del Pd di viale Zappi, per ora sono usciti allo scopero tre candidati alla carica di segretario. Si tratta di Antonio Colucci, appoggiato dai renziani della prima ora come Pier Paolo Mega, Marcello Tarozzi che si dovrebbe collocare nell'area che a livello nazionale fa riferimento al governatore del Lazio Nicola Zingaretti e, un po' a sorpresa, il capogruppo e primo in lista alle elezioni perse lo scorso giugno a Imola, Marco Panieri (nella foto), anche lui renziano ma non della prima ora che al congresso nazionale potrebbe appoggiare Marco Minniti in procinto di candidarsi per il congresso nazionale.

Panieri, fino a non molto tempo fa non pareva interessato alla carica di segretario, ma a qualcosa di più che però non è arrivato a causa della sconfitta alle elezioni amministrative del 24 giugno contro il Movimento 5 stelle. Chissà se ci sarà un quarto candidato di area cattolica, l'attuale reggente Roberto Visani o anche una donna avrebbero discrete possibilità di essere eletti. Si saprà a breve, entro una settimana in quanto il 22 novembre scade il termine per presentare le candidature con almeno le firme del 3% degli iscritti, fra le 60 e le 70, se gli iscritti resteranno sui 1500 perché ci si può iscrivere fino alla data dei congressi di circolo visto che ora in totale gli iscritti al Partito democratico dei 10 Comuni sono 1400 circa per il 2018 con un calo molto forte, quasi mille tessere in meno, rispetto al 2017 che già non fu un anno  da definirsi positivo.

Insomma, per ora il giovane Panieri parte favorito perché dovrebbe avere l'appoggio del senatore Daniele Manca e dell'ex segretario Marco Raccagna seppur inseguito a breve distanza dal quarantenne Tarozzi, mentre il volenteroso Colucci forse è il "vaso di coccio fra i vasi di ferro". Dunque gli iscritti voteranno nei congressi di circolo fissati dal 24 novembre all'11 dicembre per eleggere i 60 delegati vicini ai diversi candidati che eleggeranno il segretario (se prenderà almeno il 50% dei consensi) nell'assemblea di giovedì 13 dicembre oppure, sempre in assemblea, si potranno o meno fare alleanze.

Durante la direzione Pd, sono emersi pure parecchi mal di pancia sul metodo di andare a un congresso così breve (un mese di tempo) che si giocherà quasi tutto intorno ai candidati alla carica di segretario, mentre molti avrebbero preferito tempi più lunghi per discutere la linea politica di un partito che a Imola per la prima volta è all'opposizione dopo 72 anni. E che potrebbe finirci anche in altri Comuni del Circondario alle elezioni comunali della prossima primavera.

(Massimo Mongardi)




Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy