Italia 2018, l'anno piu' caldo dal 1800

Pubblicata il 8 gennaio 2019

Vai alla sezione Ambiente »

Italia 2018, l
Che l'Italia, tutta, non se la passasse bene dal punto di vista del clima è cosa nota. Che i numerosi appelli degli scienziati, climatologi in testa, siano stati presi per tanto, troppo tempo, "sottogamba" è altrettanto vero. Purtroppo però la natura prima o poi presenta il conto. E sarà salato - se riusciremo a pagarlo -  per tutto il genere umano.

Michele Brunetti, primo ricercatore del Cnr di Bologna in forza all'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima ci mette, in una intervista a Repubblica, nuovamente - e con dati scientifici inoppugnabili - sull'avviso: "Per quanto riguarda l'Italia siamo ben oltre i limiti imposti dagli accordi di Parigi sul clima visto che si tratta di un aumento delle temperature di 1,5-2° centigradi, come dimostrano le anomalie positive che abbiamo registrato in buona parte dell'anno scorso".

Situazione che fa il paio con l'inquinamento atmosferico costantemente in aumento. Aria calda e smog, un mix micidiale che ogni anno uccide in Italia più di 80.000 persone e in Europa circa 450.000. Un tragico trend in netto aumento che la politica affronta con armi spuntate. Domeniche ecologiche e limitazioni alle auto inquinanti sono, alla fine dei conti, pannicelli caldi. Ma il problema rimane e non è più rimandabile. L'agenda politica deve mettere al primo punto l'emergenza del riscaldamento globale prima che - ma forse è comunque già tardi - si raggiunga il livello di non ritorno, fissato dai maggiori esperti mondiali a + 2° centigradi oltre il livello pre-industriale.

Il tempo per il genere umano sta per scadere e l'orchestra, come sul Titanic, continuerà inconsapevole a suonare... fino a quando sarà troppo tardi?

(Verner Moreno)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.Iva 02226881205
Codice Destinatario: M5UXCR1


© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy