Imola. Edoardo Salzano, il famoso archietto veneziano, sarà ad Imola per presentare il suo ultimo libro: “Memorie di un urbanista – L'Italia che ho vissuto” mercoledì 16 marzo, ore 18, presso l'Osteria del Vicolo Nuovo (via Codronchi 6 – Angolo Via Calatafimi in centro storico). Dopo l'incontro sarà possibile cenare.
“Memorie di un urbanista” è una lettura molto interessante per chi voglia approfondire lo sviluppo del pensiero e della pratica urbanistica in Italia e in città dal secondo dopoguerra ad oggi. Un po' dissacra i salotti domestici frequentati da principi, baroni, marchesi, cardinali e, soprattutto, generali (essendo il suo nonno materno nientepopodimeno che Armando Diaz, il Maresciallo d'Italia, il Duca della Vittoria che riscattò Cadorna, sebbene al prezzo di una spietata repressione dei disertori e dei soldati allo stremo), un po' si compiace del suo carattere apparentemente distaccato e aristocratico. Ma chi scrive per raccontarsi – dicono sempre gli psicoanalisti – ripensa il proprio passato in chiave evolutiva.
Salzano non dimentica niente; propone e pretende bilanci. Cerca interlocutori tra i vecchi protagonisti, sfida i nuovi. Ne esce una storia vivissima dell'urbanistica italiana; un attraversamento guidato nell'Italia da prima delle “mani sulla città” allo “svillettamento” padano; dalla legge Sullo alla urbanistica contrattata; dall'idea di piano agli immobiliaristi. Una urbanistica non solo trans-disciplinare, ma democratica, nel senso che pone al centro della disciplina il diritto degli abitanti (di tutti i residenti, presenti e futuri) a vivere in città salubri, ordinate, di qualità.

Per informazioni 0542 32552 3389249555.