Bologna. Il Servizio fitosanitario lancia un appello a tutti i produttori di kiwi dell’Emilia-Romagna affinché tengano costantemente controllate le loro piante, soprattutto gli impianti giovani, e mettano in atto i necessari interventi in caso di sospetta batteriosi. Il Psa (dal nome del batterio responsabile della malattia Pseudomonas syringae pv. actinidiae) è in grado di colpire tutte le specie e le varietà di actinidia coltivate, sia a polpa verde (Actinidia delicios, cvv.: Hayward, Summer, Green Light ed i rispettivi impollinatori), che a polpa gialla (Actinidia chinensis, cvv.:Hort 16 A, Jin Tao, Soreli e relativi impollinatori). Dal momento che oggi non esistono mezzi di lotta sicuramente efficaci, la diagnosi precoce della malattia con l’eliminazione tempestiva delle piante infette, sono l’unica arma per sconfiggere il batterio e contenerne i danni.
Per ulteriori informazioni, clicca qui >>>