Faenza. I poliziotti, nel corso di un servizio di polizia giudiziaria mirato a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha tratto in arresto il 16 aprile 2011 un cittadino albanese, S. A. classe 1981, con 41.4 grammi di cocaina in tasca. Nel corso di un servizio di osservazione nei pressi di un esercizio pubblico del centro storico faentino, gli agenti hanno concentrato l’attenzione sul comportamento ed i movimenti di alcuni clienti, poichè davano l’impressione di essere in quel bar per un appuntamento più che per la consumazione. In particolare l’atteggiamento del ragazzo non conosciuto dagli agenti, che dopo aver parlato con altri senza consumare nulla si è allontanato repentinamente dal locale. Insospettiti, gli investigatori lo hanno seguito fino ad un affittacamere ove hanno proceduto alla verifica delle sue generalità. Questo, dimorante a Faenza da qualche giorno, di nazionalità albanese, è risultato non in regola con le norme per il soggiorno sul territorio nazionale. Poiché nel corso del controllo il soggetto ha manifestato un crescente stato di agitazione,i poliziotti lo hanno perquisito, rinvenendo nella tasca di un suo giubbotto il quantitativo di cocaina. S.A. è stato così condotto in carcere a Ravenna con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. L’arresto è avvenuto nell’ambito di una specifica attività investigativa, finalizzata al contrasto di questo traffico, che nei fine settimana è suscettibile di un incremento.