Imola. Cent’anni di vita non sono pochi, a festeggiare questo importante “compleanno”, che cadrà precisamente il 21 maggio, è Legacoop Imola. Il 19 aprile partiranno le iniziative che si svilupperanno lungo tutto l’arco del 2011. “Dedicheremo al tema del 100° anniversario della Federazione circondariale imolese una serie di eventi che si terranno a partire dalla prima parte del 2010 avendo come momento saliente il periodo aprile-giugno, per poi proseguire per tutto l’anno – spiega Sergio Prati, presidente di Legaccop -. Quello a cui puntiamo con questi appuntamenti, è tentare di analizzare il ruolo di Legacoop e delle singole cooperative quale soggetto promotore nei decenni e nelle varie fasi storiche e politiche che si sono succedute, dello sviluppo economico e sociale della nostra comunità”. Martedì 19, ore 17.30 in via Emilia 25, dove oggi ha la sua sede la Lega delle Cooperative, sarà inaugurata una mostra e presentato un video, realizzato dalla società sonne Film (sarà in visione per la durata della mostra), che raccoglie filmati storici provenienti dagli archivi della Cooperativa ceramica d’Imola e della Sacmi.
Sabato 21 maggio, giorno del compleanno, sarà celebrato con convegno (con annullo postale ad hoc) che si terrà al Ridotto del teatro comunale, alla presenza del presidente della Regione Vasco Errani, del presidente di Unipol, Pierluigi Stefanini, e del presidente nazionale di Legacoop, Giuliano Poletti. La festa di compleanno prevede anche uno spettacolo (ancora segreto), offerto nell’ambito di “Imola in musica”.
Nell’arco dell’anno, inoltre, una delegazione di cooperatori imolesi sarà ricevuta dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha già inviato i suoi auguri formali con l’aggiunta di una targa in bronzo quale premio di rappresentanza.
Non mancherà anche la solidarietà tra le iniziative previste. Infatti, vi saranno una donazione di una nuova ambulanza al comitato locale della Croce rossa, e il sostegno alle cooperative brasiliane di Belo Horizonte nell’ambito del progetto di solidarietà internazionale Redesol, promosso da Iscos Emilia Romagna e Cisl Imola.
“Queste nostre iniziative vogliamo che siano anche un ponte tra il passato, l’oggi e il futuro. Pensiamo di utilizzare queste occasioni per costruire e condividere una riflessione sul domani, a partire dal ruolo della Rappresentanza associativa ed istituzionale: un tema, questo, di grande attualità. Mi piacerebbe – conclude Prati – che la città vivesse queste iniziative non come qualcosa che riguarda soltanto la cooperazione, ma che tocca l’intera comunità, a vario titolo”.

Il programma completo delle iniziative