Imola. L’Aics ha dato avvio alla codificazione sul territorio del Circondario Imolese di tutti quei punti d’acqua caratteristici presenti, ma in gran parte dismessi. La riscoperta di alcune fonti, ormai non più attive da anni, di altre semplicemente da ristrutturare, altre ancora da riattivare sono senz’altro un modo per sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore del bene pubblico dell’acqua e sui quei valori che spinsero le nostre municipalità passate nella realizzazione di quei manufatti che per storia e tradizione non divenivano solo punti di erogazione d’acqua.
L’obiettivo, “oltre appunto a quello della riscoperta del valore primario dell’acqua sarà quello di produrre una proposta alle Istituzioni locali affinché vengano ripristinati tutti questi vecchi manufatti regolandone l’erogazione e la sicurezza, ridando così onore alla storia e dando un futuro ad un bene che deve rimanere pubblico e accessibile a tutti i cittadini”.
Chiunque voglia collaborare e riscoprire sul nostro territorio questi vecchi punti, mediante semplice comunicazione, o portando vecchie foto o riscoprendo sul territorio vecchi manufatti o cippi può unirsi all’Aics in questa riscoperta. Per informazioni: Comitato provinciale (via Paolo Galeati 6 – Imola) – uffstampaicsimola@gmail.com  – Tel. e Fax 0542.33948.