Bologna. L’Assemblea degli azionisti di Hera Spa ha approvato venerdì 29 aprile 2011 il bilancio di esercizio 2010 e la proposta del Consiglio di amministrazione di distribuzione di un dividendo di 9 centesimi di euro per azione. Lo stacco della cedola avverrà il 6 giugno, con pagamento a partire dal 9 giugno. I risultati al 31 dicembre 2010 evidenziano ricavi a 3.668,6 milioni di euro, un margine operativo lordo di 607,3 milioni di euro (+7,1% rispetto al 2009) e un utile netto pari a 117,2 milioni (+65,0% rispetto al 2009).
L’Assemblea ha inoltre provveduto al rinnovo del Consiglio d’amministrazione e Collegio sindacale, che rimarranno in carica per i prossimi 3 esercizi (2011, 2012 e 2013). Relativamente al Cda, gli eletti sono: Mara Bernardini, Filippo Brandolini, Luigi Castagna, Maurizio Chiarini, Valeriano Fantini, Fabio Giuliani, Luca Mandrioli, Nicodemo Montanari, Giorgio Razzoli, Mauro Roda, Roberto Sacchetti, Rossella Saoncella, Tomaso Tommasi di Vignano, Giancarlo Tonelli (in rappresentanza dei soci pubblici che detengono la maggioranza di Hera Spa); Marco Cammelli, Piergiuseppe Dolcini, Enrico Giovannetti, Bruno Tani (in rappresentanza dei soci privati). Il Collegio sindacale sarà così formato: Sergio Santi (presidente), Elis Dall’Olio, Antonio Venturini, (componenti). Membri supplenti: Roberto Picone, Stefano Ceccacci. L’insediamento del nuovo Consiglio d’amministrazione, che provvederà anche alla nomina di presidente, vice presidente e amministratore delegato, si terrà il prossimo 2 maggio.
I curriculum vitae di Consiglieri d’Amministrazione e Sindaci sono disponibili sul sito www.gruppohera.it.
L’Assemblea ha infine approvato il rinnovo dell’autorizzazione di acquisto di azioni proprie per un controvalore fino a 60 milioni di euro per ulteriori 18 mesi. Le azioni potranno essere utilizzate per finanziare eventuali operazioni di acquisizione di partecipazioni o pacchetti azionari nell’ambito delle strategie di sviluppo del Gruppo Hera.