Imola. Le tante persone diversamente abili trovano spesso, oltre alle quotidiane difficoltà, anche molti impedimenti nel recuperare informazioni indispensabili su ausili e servizi, sulle varie leggi che regolano la delicata materia della disabilità e sui benefici a cui esse hanno accesso. Ad Imola si è pensato quindi di dare una mano a chi ha bisogno di avere tali informazioni, attraverso uno strumento che contenga suggerimenti facilmente fruibili e chiari. Tutto questo creando una guida pratica. L'idea della guida è nata tempo fa da Davide Forbicini, ragazzo che oltre ad essere presidente di “Praticamente”, un'associazione di promozione sociale ad Imola, affronta in prima persona la disabilità. “Durante le nuove situazioni di vita quotidiana che mi sono trovato ad affrontare ho scoperto che esistono molti problemi – dice Davide – ma ci sono possibilità concrete per risolverli. Pur con la fortuna di vivere in un territorio in cui le istituzioni pubbliche e le amministrazioni locali offrono molti strumenti, sotto forma di contributi, agevolazioni, servizi ed assistenza, le difficoltà da affrontare restano davvero molte. Ho pensato che potevo provare a dare risposta alla scarsa diffusioni di informazioni chiare, accessibili ed esaurienti. Ecco quindi l'idea di creare una guida pratica”. Inizialmente per la mancanza di fondi Davide creò un sito contenente molte informazioni riguardanti il mondo della diversa abilità e poi, con i fondi raccolti poche settimane fa, la guida cartacea stampata con il contributo di alcuni commercianti imolesi che hanno reso possibile la produzione di ben cinquecento copie. La guida, creata con la collaborazione di Valeria Castaldi, persona con grande esperienza nel sociale, ha lo scopo di fornire un valido aiuto a chi affronta le difficoltà legate ad una condizione di disabilità. “Praticamente – Guida pratica per disabili” è il nome del fascicoletto che contiene e chiarisce i vari aspetti legati alla disabilità. I temi principali affrontati vanno dalle leggi nazionali e locali per l'accesso ai contributi fino alle agevolazioni fiscali ed economiche. Nella guida si parla anche di ausili, dell'accertamento e del riconoscimento dell'invalidità e dell'handicap, e si fornisce un utile indirizzario degli enti, delle associazioni e degli uffici pubblici della città imolese e del circondario. La guida pratica stampata verrà distribuita nelle prossime settimane agli studi medici, ai centri ambulatoriali, alle sedi ospedaliere e di riabilitazione, ai luoghi culturali-sociali e nei principali centri di aggregazione. Nella speranza che questa iniziativa possa essere di aiuto si pensa già ad una eventuale ristampa. “Vogliamo distribuire gratuitamente le prime 500 copie – dice a riguardo Valeria Castaldi – e se la guida verrà giudicata uno strumento utile, ne verranno richieste altre copie. A quel punto potremo rivolgerci a chi è stato interessato alla distribuzione, come ad esempio medici, postazioni sanitarie e farmacie, per un'eventuale aiuto economico finalizzato alla ristampa. E poi ci sono sempre i nostri amici e parenti che non manchiamo mai di coinvolgere e che, conoscendo le nostre intenzioni, ci sosterranno”.
Proprio queste iniziative, degne di attenzione, dovrebbero essere sostenute da tutti, anche da chi non è implicato in prima persona nella disabilità. In un mondo dove vediamo sempre più menefreghismo, contribuire ad attività simili potrebbe essere il primo passo per far capire che esistono ancora valori come la collaborazione e l'aiuto reciproco. Alla fine basta poco per dare una mano agli altri, questa guida pratica ne è un esempio. (Marta Pellizzi)