Imola. Aumentate le prestazioni esenti del Pronto soccorso. Dal 1º maggio le ulteriori condizioni patologiche che danno diritto all'esenzione, individuate da un gruppo di lavoro regionale istituito per migliorare le strategie di accesso ai servizi di emergenza territoriale e di pronto soccorso, sono: colica renale, crisi di asma, dolore toracico, aritmie cardiache, glaucoma acuto, corpo estraneo oculare, sanguinamento dal naso, corpo estraneo nell’orecchio, complicanze di intervento chirurgico che determinano il ricorso al Ps entro 3 giorni dalla dimissione ospedaliera, problemi e sintomi correlati alla gravidanza.
Si ricorda che erano già esenti prestazioni erogate nell’ambito dell’Obi (Osservazione breve intensiva), seguite da ricovero, riferite a trauma con accesso al pronto soccorso entro 24 ore dall’evento o dopo le 24 ore nei casi in cui si dia contestualmente corso ad un intervento terapeutico, gli avvelenamenti acuti e gli infortuni sul lavoro. Ancora erano già esenti i minori di 14 anni; gli assistiti inviati con ricetta da medici e pediatri di famiglia, da medici di continuità assistenziale (guardia medica) o da medici di altro pronto soccorso, gli stranieri temporaneamente presenti (Stp) se indigenti ed ai sensi della normativa vigente e naturalmente gli esenti per patologia e/o reddito e altre condizioni previste dalla normativa vigente.
Rispetto all’esenzione per reddito va anche ribadito che, sempre dal 1° maggio, gli aventi diritto dovranno mostrare il certificato di esenzione agli operatori di Ps. Chi non ne fosse in possesso o non lo avesse con sé al momento della prestazione sarà tenuto al pagamento del ticket.
Per informazioni: Numero Verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033 (tutti i giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 17,30 e il sabato dalle ore 8,30 alle ore 13,30), guida ai servizi – informazioni on line (home page di Saluter www.saluter.it).