Imola. Dopo il successo di Ricikyoto nel quartiere Cappuccini, giovedì 12 maggio l’iniziativa, che prevede la raccolta straordinaria di alcune tipologie di rifiuti, approda davanti alla scuola primaria “A.Rubri” (via Tinti), dalle 11 alle 17. La giornata è promossa da Hera, Geolab e Comune di Imola. I cittadini che consegneranno almeno 5 pile oppure 5 scatole di medicinali scaduti, uno o più piccoli elettrodomestici come tostapane, cellulare, rasoio elettrico, phon, lettore dvd, videoregistratore, pc, tv, o almeno due litri di olio vegetale, riceveranno in omaggio piante o buste di semi officinali. I tecnici di Hera provvederanno poi a portare alla stazione ecologica di Imola quanto raccolto.
L’appuntamento di giovedì 12 maggio a Zolino è aperto all’intera cittadinanza e vuole contribuire a sensibilizzare ulteriormente i cittadini sul tema della difesa dell’ambiente, fermo restando che un passaggio ineludibile per una corretta gestione dei rifiuti è comunque la riduzione della produzione degli stessi. L’iniziativa è parte del programma di appuntamenti “Ricikyoto”, promosso da Hera e Geol@b onlus, che richiama l’impegno personale nella riduzione e raccolta differenziata dei rifiuti e nella difesa dell’ambiente. Aderiscono all’iniziativa la Scuola Primaria “A.Rubri” e la Scuola dell’infanzia Pontesanto, dell’Istituto Comprensivo n.6 di Imola.

Successo di “Ricikyoto ai Cappuccini”

L’iniziativa a Zolino segue di una settimana quella analoga già realizzata ai Cappuccini giovedì scorso, il 5 maggio, e che ha registrato ottimi risultati: sono stati infatti raccolti notevoli una trentina di TV o monitor, circa 250 kg di piccoli elettrodomestici, 50 litri di olio vegetale, 80 kg di pile, 50 kg di farmaci scaduti, 5 sacchi di carta e 2 di plastica, una decina di lampade a basso consumo o neon, 6 toner.
Carta e plastica raccolti in modo differenziato derivano dalla separazione delle confezioni dei medicinali scaduti e degli imballaggi dei piccoli elettrodomestici conferiti, realizzato dai ragazzi delle scuole, istruiti dai loro insegnanti e sotto la guida dei tecnici Hera. Le scuole Cappuccini, poi, hanno arricchito la manifestazione con lavori sul tema della raccolta differenziata esposti sulla cancellata della scuola, rivolgendo così un messaggio a tutti i cittadini intervenuti.