Imola. Lancio ufficiale della campagna per i referendum del 12 e 13 giugno 2011 da parte del Comitato referendario del circondario imolese. “Chiediamo 4 Sì per i due referendum sull’acqua pubblica, contro il nucleare e contro il legittimo impedimento – affermano i rappresentanti del Comitato -. Chiediamo di partecipare tutte e tutti attivamente al voto per i referendum abrogativi del 12 e 13 giugno. L’ambiente e l’energia sono i temi centrali della nostra epoca e questi referendum rappresentano l’occasione di lanciare una sfida culturale e politica che riguarderà il futuro nostro e quello dei nostri figli”.
“Il voto non si ferma e occorre andare a votare il 12 e 13 giugno –  afferma il portavoce del comitato ‘Vota Sì per fermare il nucleare’. Se l’intenzione del governo è usare quell’emendamento per azzerare il referendum sul nucleare, e poi, tra un anno o due, varare una nuova norma che ci riporterà al punto di partenza, con un nuovo programma atomico, allora siamo di fronte ad un truffa referendaria bella e buona. Comunque, gli italiani, cui l’emendamento del governo vuole togliere la possibilità di bocciare sonoramente il nucleare col referendum e metterci definitivamente una pietra sopra, non si faranno raggirare”.
“Il 5 maggio abbiamo appreso che il ministro Tremonti ha intenzione di inserire nel decreto legge per lo Sviluppo economico un provvedimento istitutivo dell'Autorità per l'acqua – si legge nel comunicato del ‘Comitato referendario 2 Sì per l'Acqua bene comuneì -. È palese il tentativo di depotenziare i referendum contro la privatizzazione dei servizi idrici del prossimo giugno. A Governo e maggioranza diciamo chiaramente che tanto dal punto di vista del metodo, quanto da quello del merito anche questo tentativo si rivelerà per quello che è: una farsa ideata al solo scopo di delegittimare il voto popolare. Il re è ancora una volta nudo: si richiama al popolo ad ogni occasione ma fugge a gambe levate quando il popolo può davvero pronunciarsi su temi essenziali per la vita e la società. Anche questa volta non ci riusciranno, il 12 e il 13 giugno tutte e tutti a votare per l'acqua bene comune”.
Il comitato referendario “Imola 2 Sì per l’acqua pubblica”, invita alla mobilitazione e a preparasi al voto nonostante i tentativi di annullamento del referendum e ricorda che “i referendum sull’acqua hanno ottenuto le firme di un milione e quattrocentomila cittadini e ben 5.295 nel Circondario Imolese. Una straordinaria mobilitazione che chiede l'uscita dell'acqua dal mercato e dei profitti dall'acqua. Che vuole la tutela condivisa di un bene comune essenziale e di un diritto universale. Che rivendica il proprio diritto a decidere in prima persona. Un grande movimento che non permetterà alcuno scippo dell’acqua e della democrazia”
L’impegno, quindi, è innanzitutto il raggiungimento del quorum del 50%, dopo di che l’invito è a votare quattro Sì “perché l'acqua è un bene comune, di tutti noi; perché il progetto del Governo sul nucleare è sbagliato e contrasta con la volontà degli italiani; perché la norma sul Legittimo impedimento contrasta con il principio per cui la Legge è uguale per tutti. Si tratta in generale una battaglia di diritti e di democrazia, che va ben oltre il contrasto alle ultime normative privatizzatici dell’attuale governo”.

I quattro referendum
Si vota il 12 e 13 giugno 2011 e si tratta di referendum abrogativi.
PRIMO QUESITO (ACQUA – SCHEDA ROSSA): vuoi eliminare la legge che dà la gestione del servizio idrico in affidamento a soggetti privati o pubblici-privati?
SECONDO QUESITO (ACQUA – SCEHDA GIALLA): vuoi eliminare la legge che riconosce al gestore un utile sul capitale investito, indipendentemente da un reinvestimento per la riqualificazione della rete idrica?
TERZO QUESITO (CENTRALI NUCLEARI – SCHEDA GRIGIA): vuoi eliminare la legge che permette la costruzione di centrali nucleari sul territorio italiano?
QUARTO QUESITO (LEGITTIMO IMPEDIMENTO – SCHEDA VERDE): vuoi eliminare la legge che permette al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Ministri di non comparire in udienza penale durante la loro carica?

LE ADESIONI AL COMITATO REFERENDARIO
Soggetti collettivi
Partito della Rifondazione Comunista; circolo Prc Marcos – Dozza e Castel Guelfo; sezione Zappaterra PdCI Imola, Sinistra ecologia libertà; Gas Imola; Associazione per la sinistra; Legambiente Medicina; Gruppo consiliare “Medicina Alternativa”; Sinistra critica; Cgil Imola; Cobas; Verdi; Collettivo imolese; Comitato Aics imolese; Cp Gev Bologna (Guardie ecologiche volontarie); Emergency Imola; Cai Imola; Movimento 5 Stelle Imola; Arci Imola; Wwf Imola; Uisp Faenza – Imola; Condotta Slow Food Imola; Italia dei valori; Partio democratico; Partito socialista italiano; Prc circolo di Medicina;

Soggetti individuali
Catia Suzzi; Aldo Gardi; Cinzia Cavallaro; Massimo Bolognesi; Anna Andrini; Maurizio Suzzi; Federico Cenni; Cinzia Morsiani; Valerio Zanotti; Franco Spiritelli; Maurizio Barelli; assessora Donatella Mungo; consigliere comunale Imola, Mauro Barnabè; Grazia Zanetti; Renzo Zardi; Fabio Bertini; Susanna Carlini; Marco Tonelli; Alessandro Ragazzini; Alberto Autelitano; Tiziana Bosi; Claudia Piunti; Romina Righini; Franco Ciarlariello; Claudio Frati; Beatrice Zaniboni; Isabella Lavermicocca;  Alfredo Nonni; Riccardo Fabbri; Giovanni Russomanno, vicesindaco e assessore all’Ambiente Comune di Dozza; Ginetta Maria Fino; Giuseppe Mainieri; Sean Merlini; Veronica Mariani; Paolo Scozzafava; Angelo Gentilini; Sanzio Olivelli; Luca Bartolucci; Federica Galeotti; Davide Baroncini; Veronica Dardi; Antonella Marani; Silvia Sassi; Mariateresa Grillini; Paolo Stefani; Jacopo Lanzoni; Roberto Ciarrocchi; Renato Accattoli; Monica Giannetta; Giacomo Buganè.

LE INIZIATIVE
Imola
– Giovedì 12 maggio, ore 20.30, sala Zoo Acquario in via Aspromonte incontro pubblico con Paolo Cacciari su “Beni Comuni”.
– Martedì 17 maggio, ore 20.30, cena pro-referendum presso il centro sociale “La Stalla”.
– Venerdì 20 maggio, ore 20.30, al salone della Cgil di Imola (via Emilia 46) proiezione video-documentario “Water makes money” di Leslie Franke e Herdolor Lorenz (Germania 2010, 82 minuti, versione italiana a cura di Attac Italia) sul perverso meccanismo di guadagno delle multinazionali dell’acqua.
– Sabato 28 maggio, ore 16 – 24, piazza Gramsci: maratona di gruppi musicali e interventi dal palco a sostegno dei referendum.
– Lunedì 30 maggio, ore 21, sala cooperativa Andrea Costa – Aics (via Galeati 6), incontro pubblico con Gabriele Bollini su “UnaltraHera”.
– Martedì 7 giugno, ore 21, sala Aurora (via C. Morelli), incontro pubblico di conclusione della campagna referendaria con Andrea Caselli, Claudia Castaldini e relatore Idv.
– Giovedì 9 giugno, ore 19, chiusura campagna elettorale con biciclettata fino al bar Renzo, brindisi finale e saluto del sindaco Daniele Manca.

Castel San Pietro Terme
– Mercoledì 18 maggio, ore 20.30, presso la sala Sassi incontro pubblico con Nicola Armaroli, dirigente del Cnr di Bologna, Sabrina Freda, assessore all’Ambiente Regione Emilia Romagna e l’economista Andrea Zanoni.

Medicina
– Lunedì 23 maggio, ore 20.30, sala Auditorium (via Pillio) pubblico incontro su “12 – 13 giugno al voto per la democrazia e i diritti”, con Andrea Caselli (del Comitato Acqua); Claudia Castaldini (esperta in materia di energia); un rappresentante dell’Italia dei Valori sul legittimo impedimento. Conclusioni Alessandro Bratti (deputato del Pd).
– Giovedì 9 giugno, ore 21, incontro di conclusione della campagna referendaria in piazza Garibaldi, con interventi delle organizzazioni aderenti ai Comitati referendari locali.

Villa Fontana (Medicina)
– Giovedì 26 maggio, ore 21, sede Pd incontro pubblico su “Acqua pubblica e nucleare” con il consigliere regionale Pd Anna Pariani.

Toscanella di Dozza
– Lunedì 6 giugno, ore 20.30, luogo da definire, incontro pubblico con Margherita Venturi – docente del dipartimento di Chimica dell’Università di Bologna.

Inoltre saranno organizzati nelle città e nei paesi del circondario imolese.
Medicina, ore 9 – 12, sabato 14 maggio davanti al centro commerciale Medicì; giovedì 19 maggio sotto il portico in via Libertà/Unicredit; sabato 28 maggio davanti al centro commerciale Medicì; domenica 5 giugno in piazza Garibaldi.

Imola, ore 16 – 19: sabato 14, 21, 28 maggio e 4 giugno in centro storico; domenica 22 maggio Parco Acque minerali in occasione della manifestazione Naturando; venerdì 10 giugno in occasione della giornata d’apertura di Imola in Musica. Presenza nei centri sociali cittadini.

Una cena per l’autofinanziamento
I “Comitati per il Sì” organizzano una cena di autofinanziamento martedì 17 maggio, ore 19.30, nei locali della Festa “La Stalla” (via Serraglio) con menù tradizionale e alternativo per i vegetariani. Costo a persona: 20 euro.
Per informazioni e prenotazioni (entro il 14/05): Maria Cristina Salomoni 339.4988411 – salomoni.mc@libero.it; Aldo Gardi 349.4500164; Marcello Tarozzi 334.6114205 – m.tarozzi@pdimola.it

Per informazioni
Segreteria organizzativa comitato “Vota Sì per fermare il nucleare” – Via Colonna Antonina 41 – Roma – http://www.fermiamoilnucleare.it/segreteria@fermiamoilnucleare.it. Contatto facebook: http://www.facebook.com/votasiperfermareilnucleare – Tel. 06.90213377 – Cell. 347.1065904 – Fax:06.99367454.
Segreteria campagna referendaria “Acqua pubblica”: via S. Ambrogio 4 – Roma – Tel. 06.6832638 – 68217934 -97615507 – Fax. 06.68136225 – http://www.acquabenecomune.org/http://www.referendumacqua.it/
Imola: comitatoacquapubblicaimola@gmail.com – Antonella Caranese: 335.341721.

Vademecum per il voto