Faenza. Un’ampia partecipazione ha fatto da cornice all’assemblea dei cosi della banca di Credito cooperativo ravennate imolese che si è svolta sabato 21 maggio 2011 al PalaMokador di Faenza. Durante la seduta sono stati approvati il nuovo Statuto sociale (nella sua parte straordinaria) e il Bilancio dell’esercizio 2010 con la conseguente destinazione degli utili. L’Assemblea è stata partecipata da un numero molto elevato di Soci, oltre 3.300 (contro i 2.400 dello scorso anno), presenti in proprio o per delega, che hanno riempito ogni ordine di posto nella platea allestita sul parquet del palazzetto. L’incremento della base sociale (1.181. nuovi Soci nel 2010) e la loro partecipazione alla vita e alle scelte strategiche aziendali rimangono obiettivi prioritari della Bcc ravennate e imolese.
L’esercizio 2010 si è chiuso con un dato molto confortante per quanto riguarda il Prodotto bancario lordo (cioè la somma della raccolta e degli impieghi) che sfiora i 5 miliardi di euro e conferma la Bcc ravennate e imolese ai primi posti fra le Bcc in Italia. L’utile conseguito è stato di 11.725.000 Euro che, dopo gli accantonamenti a riserve, è stato destinato per la considerevole cifra di circa 1.400.000 ai soci a titolo di dividendo, rivalutazione delle azioni e ristorno e per 750.000 a beneficienza e mutualità.