Mordano. La trentesima “Sagra dell’agricoltura”, in programma da venerdì 27 maggio a lunedì 6 giugno, è entrata subito nel vivo già nel corso della presentazione ufficiale, avvenuta sabato 21 maggio nel Palatenda sagra a Mordano. In quell’occasione, infatti, il patron Renato Folli, insieme al sindaco di Mordano, Stefano Golini, ha consegnato l’Aratro d’oro (il simbolo di questa manifestazione) a Luca Gardini, campione del mondo dei sommelier 2010. Sarà un’edizione 2011 all’insegna delle novità, con un’impronta più agile che guarda ai giovani, senza dimenticare le tradizioni e le proprie radici, fra musica, spettacolo, selezione Miss Italia, mercatini, festa delle scuole e attenzione all’enogastronomia. Trent’anni importanti non soltanto per i vari momenti di spettacolo, musica, divertimento, sport, recupero delle tradizioni, ma anche per l’attenzione alla solidarietà. La sagra ha sempre utilizzato gli utili a scopo benefico, a cominciare dal sostegno all’Istituto Ramazzini e all’Ausl locale per il test preventivo per combattere il tumore del colon retto, che dopo 20 anni di sostegno da parte della sagra è diventato gratuito in tutta la regione.
I trent'anni della sagra sono stati messi in rilievo anche dal sindaco di Mordano, Stefano Golini: “A questa sagra voglio dare anche la lode, per tre motivi: in primo luogo perché mette in valore il ruolo dell’agricoltura, che rappresenta uno di punti di eccellenza del nostro territorio. In secondo luogo perché si basa sul volontariato e mette svolge un ruolo importante a livello di aggregazione e di coesione sociale per tutta la comunità. Infine, la sagra è uno dei principali eventi capaci di attrarre pubblico da fuori Mordano e promuovere il nostro territorio”.