Nella notte tra il 24 e il 25 maggio 2011 l’appennino tosco-emiliano ha tremato. Sei scosse di terremoto hanno colpito la zona a cavallo tra l’Emilia Romagna e la Toscana. Non si segnalano danni a persone ed edifici.
Una prima scossa, con epicentro a 8.1 chilometri di profondità, ha interessato soprattutto le province di Forlì e Cesena (zona Montefeltro) e i comuni di Bagno di Romagna e Verghereto. Lo sciame sismico si è successivamente allargato alla vicina Toscana in particolare alla zona di Barberino del Mugello e Firenze.