Livorno. Ad aprire le giornate livornesi per la Sigea è stata l’imolese Virginia Laurenti. La gara si è presentata difficile fin dalla prima fase, infatti la Laurenti si è trovata nel girone con la Bianco (seconda classificata), contro la quale mette a segno l’unica vittoria per 5-1, che le permette di qualificarsi per le fasi eliminatorie. Nella prima diretta la Laurenti non è molto fortunata perché la sua avversaria è la Lucchino (Centro sportivo aeronautica Militare), con il morale alle stelle per una fase a gironi brillante e prima nella classifica provvisoria. Virginia comincia l’incontro piena di carica e grinta e in vantaggio sulla Lucchino. Ma la sciabolatrice romana prende in mano la situazione e si aggiudica il match 15-10, interrompendo così l’esperienza livornese della Laurenti, che si piazza al 32º posto. Buona prova per la sciabolatrice imolese che, dopo un anno un po’ difficile, si classifica alla gara più importante della stagione sportiva tra le prime 32 atlete in Italia.
Nella seconda giornata di gare è stata la volta della prova a squadre di sciabola femminile serie A1 e per la Sigeascherma sono scese in pedana Virginia Laurenti, Martina Cuffiani e Chiara Boncompagni. Girone di ferro per le tre imolesi che si trovano subito ad affrontare i colossi romani Carabinieri di Roma (prima classificata) e il Club scherma Roma. Sempre nel girone, assalto eccezionale contro la Virtus Bologna, dove la sciabola imolese prevale su quella emiliana aggiudicandosi l’incontro. Laurenti, Cuffiani e Boncompagni si trovano none dopo il girone e si giocano l’A1 ai playout. Dopo un’ottima prestazione contro il Club Scherma Napoli, le tre sciabolatrici imolesi si trovano ancora una volta a giocarsi l’assalto decisivo contro la Virtus Bologna. Anche a causa della stanchezza per assalti e pause molto lunghe, questa volta la Virtus Bologna prende il sopravvento aggiudicandosi l’incontro. Nonostante l’impegno e lo spirito positivo di tutte e tre le ragazze, la squadra scende dunque in serie A2. Tra gli obiettivi del maestro Cataleta e dell’intera società per l’anno prossimo ci sarà sicuramente quello di riportare la sciabola femminile in A1.

Spada maschile

A rappresentare la spada agli Assoluti c’era Matteo Capozzi, che, spadista e tecnico della Sigea, a Livorno è sceso in pedana con il “ruolo” di atleta. Gli impegni da tecnico del settore under 14 della Sigea hanno sicuramente influito sulla sua preparazione, che non era delle migliori. La prova è tosta fin dal girone, dove incontra atleti del calibro di Andreana (terzo classificato), e la mancanza di allenamento si fa sentire, nonostante le ottime capacità dello spadista imolese. Grinta e buona volontà dello spadista imolese non sono bastati e la gara di Matteo Capozzi agli Assoluti si ferma così al girone.

Intanto il Circolo scherma Imola annuncia il rinnovato accordo di sponsorizzazione con Con.Ami per la stagione. I prossimi appuntamenti: dal 2 al 5 giugno Giuliano Pianca, Angelo Schiavi, Gledis Bona e Bart scenderanno in pedana per i Campionati europei individuali Veterani che si terranno a Henin-Beaumont (Francia). Domenica 5 giugno a Imola si terrà “Sport al Centro”, giornata nazionale dello sport. Il Circolo scherma Imola sarà al parco Aviatori d’Italia, via Pirandello, per far conoscere e provare la scherma a tutti coloro che la vorranno sperimentare