Mordano. La ventinovesima edizione del Palio dei Borghi, momento finale della Sagra dell’Agricoltura, svoltasi domenica 5 giugno 2011, si è conclusa con il trionfo di Andrea Chessa. Tantissima gente in tribuna e sugli spalti ha atteso la gara, che si è disputata approfittando di una tregua del maltempo. Il vincitore del Palio dei Borghi nella sua nuova versione con gara unica, senza batterie, sempre con dieci fantini al via, sui tre giri del campo, è stato Andrea Chessa, in sella a Fay Dancer abbinato alla Banca di Imola e al Borgo Caterina Sforza. Dietro Chessa al secondo posto si è piazzato Alessandro Chiti, in sella a Libero, abbinato al Borgo San Bartolomeo e allo sponsor Immobiliare Mordano; per il terzo l’ha spuntata Claudio Bandini, in sella a Cingakuck, abbinato al Borgo General Vitali e allo sponsor Valfrutta.
Chessa ha doppiato il successo dello scorso anno, vincendo sempre allo stesso modo, cioè
facendo tutta la gara in testa e abbinato sempre allo stesso sponsor, la Banca di Imola.
“Sono felicissimo di questa vittoria, non solo perché confermo il primo posto del 2010, ma
anche perché fino all’ultimo non era prevista la mia partecipazione” spiega Chessa, che
aggiunge “sono soddisfatto della gara, sempre in testa, come lo scorso anno. Sto lavorando tantissimo con la speranza a luglio di potere essere al Palio di Siena”.
Il palio anche quest'anno ha confermato l'abbinamento fra cavalli e bellezza femminile. A cominciare dalla madrina del Palio, Silvia Paonessa, giunta direttamente da “Le Iene” e dal Chiambretti Night. Al suo fianco a seguire la gara e premiare il vincitore c’erano Miss Mordano 2011, Paola Ampezzan, qualificata per le selezioni regionali di Miss Italia, e Lucia Lenzi, madrina del Palio 2010.
Ricordiamo infine che alla Sagra sono stati raccolti oltre 3 mila euro che andranno in beneficienza grazie a “Un gol per un sorriso”. L’iniziativa si è articolata in un triangolare di calcio, con cena, concerto di Nearco e lotteria, per raccogliere fondi a sostegno di Aisac, l'associazione che si occupa dell’informazione e dello studio dell’Acondroplasia (detta anche sindrome del nanismo).