Faenza. Il Comune e la biblioteca comunale manfrediana, ad un anno dall'improvvisa scomparsa di Anna Rosa Gentilini, direttrice della biblioteca dal 1983, promuovono un convegno dal titolo “Anna Rosa Gentilini bibliotecaria della Manfrediana”. Per ricordare la studiosa e grande conoscitrice della storia culturale e sociale faentina, si terrà, venerdì 17 giugno 2011 alle ore 18 presso la sala Dante della Biblioteca comunale (via Manfredi, 14), un incontro a cui parteciperanno la dirigente del settore Cultura del Comune di Faenza Benedetta Diamanti, la soprintendente per i Beni librari e documentari dell’Emilia Romagna Rosaria Campioni e Thomas Casadei, docente dell’Università di Modena e Reggio Emilia. A tutti i partecipanti sarà inoltre consegnato l’ultimo numero della rivista “Manfrediana”, contenente la bibliografia della Gentilini.
Nata a Faenza nel 1951, Anna Rosa Gentilini, oltre ai tanti compiti istituzionali, ha svolto anche un intenso lavoro di ricerca e di studio, con la pubblicazione di circa 150 libri e articoli. Costanti e appassionati sono stati i suoi studi di bibliografia e di storia del libro, a partire dalla storica biblioteca dei Manfredi, signori di Faenza, dispersa con una vendita a fine del Quattrocento, alla storia delle tipografie e degli editori faentini dal Cinquecento ad oggi. Esperta delle edizioni di libri del Cinquecento, ha curato la pubblicazione di numerosi studi su personalità faentine a partire da fra Sabba da Castiglione e Dino Campana e le bibliografie di Ennio Golfieri, Piero Zama, Giuseppe Bertoni e Bice Montuschi Simboli.