Dozza e Castel Guelfo. E’ partita in questi giorni una campagna informativa di Hera, in accordo con i due Comuni, per regolarizzare le eventuali posizioni non corrette legate alla tariffa rifiuti. Nel caso di errori e/o omissioni nelle precedenti dichiarazioni o in mancanza di contratto, a chi regolarizzerà entro il 29 luglio 2011, la propria posizione tariffaria non verranno applicate, nelle fatture, le sanzioni e gli interessi dovuti: c’è quindi oltre un mese di tempo per non incorrere in penalità di alcun tipo. Scopo di tale attività è il perseguimento del principio dell’equità sociale per cui l’individuazione di una corretta base imponibile consente di ripartire in modo più equo i costi del servizio tra gli utenti.
Hera invita perciò cittadini ed aziende ad usufruire di questa opportunità per regolarizzare possibili posizioni sospese, inesatte o incomplete (ad es. superficie dell’immobile, variazioni non comunicate nei tempi e modi previsti, contratti non attivati), contattando dal 20 giugno al 29 luglio l’Ufficio verifiche tariffa rifiuti, presso la sede Hera in Via Casalegno, 1 a Imola, aperto il giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14 alle ore 15, il venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, tel. 0542.621299, fax 0542.621350. Telefonando è possibile fissare un appuntamento in giornate diverse da quelle di apertura e, su richiesta del cliente, si effettuano sopralluoghi. Successivamente a tale data Hera procederà d’ufficio alla verifica di possibili inadempienze ed eventuali irregolarità come previsto dal Regolamento.