Imola. Il 25 e il 26 giugno 2011 l'autodromo tornerà ad essere invaso dal popolo della musica rock con la rassegna “Sonisphere”; l'assessore alla Cultura Valter Galavotti ci dice di più sull'evento. “Siamo solo alla terza edizione ma è già l’evento più importante del settore. La prima edizione vide la partecipazione di quattro paesi (Olanda, Germania , Finlandia e Regno Unito) che nel 2010 sono diventati dieci e nel 2011 dodici. L’idea dei due organizzatori Stuart Galbraith e John Jackson è stata semplice e geniale: creare una rete europea di grandi festival rock che permettesse, ottimizzando le spese organizzative e promozionali e soprattutto facendo passare i gruppi su più festival, di presentare mettere insieme delle lineup eccezionali”.
La presenza attuale dei 12 paesi rappresenta tutta l’Europa (Italia, Spagna, Francia,Inghilterra, Svizzera, Svezia, Finlandia, Polonia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Grecia, Turchia) così si rafforza ancora di più l’idea di un festival europeo che parla ad una comunità giovanile vasta e riesce a mobilitare i gruppi più importanti
della scena mondiale. “I motivi che hanno portato alla scelta di Imola sono gli stessi che nel ‘98 diedero origine alla fortunata serie di ben nove edizioni dell’ Heineken Jammin’ Festival continua Galavotti -. Anche allora si valutò che la posizione geografica della città e la sua facile raggiungibilità con diversi mezzi di trasporto la rendono particolarmente adatta a eventi di grande portata. Il fatto poi che Imola abbia ospitato eventi di grande livello nazionale ed internazionale e che abbia espresso negli ultimi anni una grande sensibilità per la musica con grandi manifestazioni come 'Imola in musica', costituiscono ulteriori elementi a suo favore. E’ positivo che la vocazione di location concertistica ideale dell’autodromo costruita in 9 eccezionali riuscite edizioni di Heineken Jammin Festival (dal 1998 al 2006), sia confermata da un grande evento internazionale che sarà positivo per la città nella misura in cui Imola saprà riconfermare la sua riconosciuta capacità di organizzare e accogliere eventi di grande portata nazionale ed internazionale”.
 Cast possente impressionante con 30 band e headliners prestigiosi. Si va da gruppi storici come Iron Maiden e Motorhead nati negli anni '70 a formazioni più recenti che si esprimono nuove tendenze come Linkin Park, Alter Bridge e Apocaliptica. Elemento favorevole l’orario: i concerti termineranno prima di mezzanotte evitando lamentele da parte dei cittadini residenti nei pressi dell’autodromo che vogliono riposare nelle ore notturne”.