Imola. Sono stati ricevuti nel pomeriggio del 28 giugno in Municipio dal sindaco Daniele Manca i bambini di Chernobyl ospitati dall’associazione “Insieme per un futuro migliore”: dal 1997 l’associazione ospita questi bambini del territorio bielorusso colpiti dagli effetti del disastro nucleare di Chernobyl. “Nel 2011 sono 59 i bambini e bambine, dai 7 ai 17 anni ospitati in famiglia a Imola e dintorni, a cui si aggiungono altri 19 in famiglie di Casola Valsenio e altri 5 che sono ospiti nella colonia di Fossoli” racconta Arena Ricchi, presidente dell’associazione “Insieme per un futuro migliore”. Inoltre ci spiega come l'associazione faccia parte del progetto messo a punto con Ravenna Belarus per il sostegno ai bambini colpiti da tumore, che vede attualmente 12 bambini ospitati a Marina di Ravenna per un mese, seguiti da personale sanitario. Gli 83 bambini e bambine ospitati attualmente dalle famiglie che aderiscono al progetto si fermano per periodi che variano da un mese e mezzo a due mesi e mezzo, a seconda dei casi. In Municipio, i bimbi hanno cantato l’inno bielorusso e quello italiano in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia e del 20° anniversario dell’indipendenza della Repubblica Belarus. I ragazzi e le ragazze ospiti frequentano il centro culturale “La Matriosca”, allestito all’interno dei locali della Cooperativa Aurora, in via Cosimo Morelli, in cui apprendono la lingua italiana, la danza, la musica, il teatro, oltre che essere accompagnati per praticare nuoto, racchettoni, pattinaggio. Per Arena Ricchi “per le famiglie e i bambini è molto importante essere ricevuti dal sindaco, in quanto questo incontro testimonia la volontà della città di seguire il progetto e di essere vicino alle famiglie, che a volte anche a prezzo di sacrifici, vista la crisi, ospitano questi bambini”. Infine, l’Associazione ha espresso grande soddisfazione per i ragazzi più grandi, ieri assenti perché impegnati negli esami scolastici in Bielorussia, che anche grazie al sostegno delle loro famiglie imolesi, stanno ora realizzando un importante sogno.