Imola. “Apertura dei servizi 0-6 anni (nidi e scuole d’infanzia comunali) per 12 mesi all’anno”, questa la denominazione del progetto che è partito il 1º luglio 2011 e che era contenuto nel “Programma di innovazione e riqualificazione dei servizi per la prima infanzia” approvato all’inizio del 2010. E’ il progetto che è valso al Comune di Imola anche la menzione speciale al premio “Amico della Famiglia 2009” e 30.000 euro in contanti che il Comune ha speso per qualificare ulteriormente gli spazi di Villa Clelia oggi frequentati dalla scuola d’infanzia di Zolino e per avviare nuovi servizi per i più piccoli.
“Permettetemi innanzi tutto di ringraziare i lavoratori comunali e le forze sociali con i quali questo Progetto ed il Programma più complessivo sono stati concordati e avviati. E con loro anche la cooperazione sociale imolese che si è resa da subito disponibile e che anche con sacrifici sta seguendo l’Amministrazione Comunale in un percorso che mira ad innovare e rafforzare i servizi cittadini per i più piccoli” commenta l’assessore alla Scuola, Marco Raccagna.
“Il cosiddetto “Tempo Estate” che comincia oggi, svolto nelle scuole del Comune con educatori delle cooperative e che si differenzia dai primi dieci mesi di scuola essendo più ludico e ricreativo e che per la prima volta può accogliere tutti i bambini imolesi in età, aldilà della loro provenienza scolastica, è la conferma della tradizione imolese di essere sempre in prima fila quando si tratta di innovare per essere al fianco delle famiglie, soprattutto in un momento come questo di grandi difficoltà. Saper coniugare la qualità dei servizi, un accesso nettamente sopra a qualsiasi percentuale nazionale ed europea e un interesse concreto nei confronti delle famiglie era ed è ancora oggi il nostro obiettivo” conferma l’assessore.
“Devo dire che in tutti questi anni non ci siamo mai fermati e non intendiamo fermarci. Nel mese di luglio saranno aperti tutti i nidi e tutte le scuole d’infanzia (tranne Selva Zello accorpata a Campanella) comunali. Nel mese di agosto resteranno al momento aperti i nidi di Fontanelle, Piazza Romagna, Sesto Imolese e le scuole d’infanzia di Pambera e Sesto Imolese. Le settimane prenotate ai nidi nel mese di luglio sono 736 complessivamente (numero molto simile a quello degli anni scorsi, quando in luglio i nidi e le scuole d’infanzia comunali erano aperti) e 309 nel mese di agosto. Per le scuole d’infanzia c’è un calo per luglio di circa il 10% rispetto al 2010 e sono in tutto 816, mentre sono 261 in agosto. La presenza poi di tanti figli di lavoratori conferma la giustezza della scelta, che va incontro ad esigenze specifiche delle famiglie, come confermato anche dalle 570 settimane prenotate tra nidi e scuole d’infanzia nel mese di agosto. Sono per ora soddisfatto e spero proprio che tutti funzioni al meglio e che bambini e famiglie si trovino bene come sempre” conclude l’assessore Marco Raccagna.