Dozza. Dal 25 luglio cambia il sistema di raccolta dei rifiuti urbani nelle aree artigianali e commerciali. Incaricati di Hera nei prossimi giorni si recheranno presso tutte le utenze artigianali, commerciali e residenziali per distribuire i kit e le istruzioni per l’uso. La riorganizzazione della raccolta dei rifiuti urbani, promossa dal Comune di Dozza, in collaborazione con Hera, avrà appunto inizio con una specifica campagna comunicativa per informare i cittadini e le attività nelle due aree coinvolte: quella compresa tra via I° maggio e via IV novembre, ad ovest di Toscanella (Mercatone) e l’area attorno alle piazze Giovanni XXIII e Kennedy, ad est di Toscanella (Lem).
L’iniziativa è del tutto analoga a quella avviata qualche settimana fa nella Zona industriale di Imola e trae origine dalla constatazione che i cassonetti destinati ai rifiuti indifferenziabili ubicati in queste aree, in realtà sono utilizzati, per la maggior parte, per gettare rifiuti che sono facilmente differenziabili.
Pertanto il nuovo sistema prevede l’eliminazione dei cassonetti stradali, l’indifferenziato andrà consegnato a lato strada in sacchi ben chiusi secondo un preciso calendario. Inoltre verranno attivati nuovi servizi domiciliari dedicati alla raccolta degli imballaggi plastici (film, termoretraibili, reggette, cassette ecc.) e dei rifiuti legnosi (pallet, cassette, imballaggi ecc.), installati bidoni stradali per la raccolta dei rifiuti organici e potenziate le restanti raccolte differenziate già in essere (carta, cartone, vetro, plastica e lattine).
Mercoledì 13 si è tenuta una prima assemblea informativa alla quale sono state invitate le circa 150 utenze coinvolte nel progetto: complessivamente sono interessate dalla riorganizzazione 100 attività e 50 famiglie.
Dai prossimi giorni, incaricati di Hera cominceranno a presentarsi direttamente alla porta di tutte le utenze coinvolte consegnando i sacchi, le bio pattumiere e tutte le “istruzioni per l’uso” necessarie per effettuare nel migliore dei modi la raccolta dei rifiuti così riorganizzata. Gli incaricati, che si recheranno casa per casa, attività per attività, saranno identificabili da un apposito tesserino di riconoscimento, un gilet ad alta visibilità e avranno con sé una lettera di presentazione nominale. Si precisa che la persona incaricata non deve ricevere denaro in cambio del materiale. Hera è comunque a disposizione per chiarimenti con il Servizio Clienti al numero 800 999 500.
A ottobre è inoltre prevista l’attivazione del servizio di raccolta gratuita su prenotazione telefonica dei materiali di origine domestica contenenti amianto.
“Il potenziamento e i nuovi servizi che saranno avviati da Hera – dichiara l’assessore all’Ambiente Russomanno – potranno contribuire ad incrementare ulteriormente i già buoni risultati ottenuti dal Comune di Dozza che, grazie alla collaborazione di cittadini ed attività commerciali e artigianali, ha raggiunto nel 2010 l’ottimo risultato del 51,8% di raccolta differenziata”.
“L’obiettivo di Hera, in collaborazione con il Comune di Dozza, è migliorare sempre più i servizi messi a disposizione del territorio – spiega Susanna Zucchelli, direttore Hera della Struttura operativa di Imola-Faenza -. Dal punto di vista comunicativo inoltre, abbiamo appena promosso una campagna capillare, ‘Hera bussa alla tua porta’, con la quale abbiamo fatto recapitare da Poste Italiane a tutte le famiglie che serviamo, e quindi anche a quelle di Dozza, un kit informativo su come fare al meglio la raccolta differenziata”.