Imola. Modifiche importanti per Cos’Antiche, la mostra mercato dell’antiquariato fino ad ora in programma nel centro di Imola ogni quarto fine settimana del mese. Dal prossimo 24 settembre, alla ripresa dopo la pausa estiva, la mostra mercato si terrà solo al sabato,  anziché nell’intero fine settimana. Una scelta frutto del cambiare dei tempi. Quando la mostra mercato nacque, alla fine degli anni ’80, il momento storico era favorevole per iniziative di questo tipo organizzate su più giornate. Oggi la situazione è molto cambiata e in generale le mostre mercato di questo tipo hanno maggiori possibilità di successo se strutturate su una sola giornata e se garantiscono la presenza di un certo numero di operatori.
Per questo motivo l’assessorato al Commercio del Comune di Imola, dopo avere avuto sollecitazioni da parte degli stessi operatori riguardo alla necessità di rivedere l’organizzazione della mostra mercato, ha avanzato la proposta di effettuare solo al sabato l’appuntamento, che è stata presentata nelle scorse settimane ai rappresentanti degli operatori e ai rappresentanti sindacali delle Associazioni di categoria del commercio. “Ho condiviso molti dei temi e delle problematiche posti dagli operatori, non ultimo il fatto che molti decidendo di non fermarsi anche la domenica, di fatto producono un danno di immagine all’iniziativa nel suo complesso – spiega l’assessore al Commercio e al Centro storico, Monica Campagnoli -. D’altro canto comprendo anche che in concomitanza con Imola ci siano altri mercati e alcuni operatori preferiscono farne due piuttosto che uno. Per questo ritengo che riorganizzare l’iniziativa sulla giornata del sabato cercando, grazie al contributo delle Associazioni di categoria, di creare nuove sinergie col mercato trisettimanale in occasione dei mercati lunghi o del periodo di Natale, sia funzionale al rilancio dell’iniziativa stessa e, qualora si creassero le giuste condizioni, potremo decidere in futuro di introdurre altre modifiche”.
A questo cambiamento, riguardo alla durata, apportato nel Regolamento di Cos’Antiche, si accompagna anche una nuova disposizione dei banchi sotto la Galleria del Centro cittadino, per evitare che vecchie e nuove attività di pubblico esercizio che danno vivacità alla Galleria stessa debbano una volta al mese togliere le sedie ed i tavoli dei loro spazi esterni. A questo proposito l’assessore Campagnoli sottolinea “nella Galleria del Centro cittadino non solo è possibile ma addirittura auspicabile la convivenza fra mostra mercato dell’antiquariato e attività di pubblico esercizio, così che una accompagni e rafforzi l’altra”.
Nel frattempo il Comune valuta l’ipotesi di dedicare un nuovo spazio da aggiungere a quello della Galleria del Centro cittadino e che accolga i cosiddetti “hobbisty” presenti a Cos’Antiche, da posizionare nella galleria della piazzetta del Tempo Libero (a fianco della Galleria del Risorgimento).
“Quello adiacente alla Galleria del Tempo libero è uno spazio del centro che abbiamo iniziato a riqualificare e vivacizzare – conclude l’assessore Campagnoli -. La presenza del portico lo rende adatto ad ospitare nuovi banchi che affiancheranno l’iniziativa di Cos’Antiche riportando, mi auguro, nuove presenze di operatori per arricchire l’iniziativa”.