Ravenna. Una nuova condotta per l’alimentazione del serbatoio idrico cittadino di via Fusconi sarà posata a partire dai prossimi giorni lungo alcune strade del centro, per una lunghezza complessiva di circa cinquecento metri. Tale intervento è inserito nel piano degli investimenti di Romagna Acque – Società delle Fonti, che prevede di elevare l’affidabilità del sistema di approvvigionamento idrico dei comuni romagnoli. In particolare, con la realizzazione degli interventi di interconnessione dell’Acquedotto della Romagna con gli impianti dell’area ravennate, si intende potenziare il polo produttivo di Ravenna, prevedendo la realizzazione di un moderno impianto di potabilizzazione a ultrafiltrazione in località Standiana, e la contemporanea messa in rete di tutte le fonti di approvvigionamento locali, grazie alla posa di condotte di grosso diametro, per uno sviluppo complessivo di oltre 39 chilometri.
Il tratto cittadino interessato dal passaggio della nuova condotta comprende circonvallazione piazza d’Armi, via Canale Molinetto, via Monfalcone e via Renato Serra.
Per ridurre al minimo le ripercussioni sulla viabilità, l’intervento a cura di Iter, sarà realizzato impiegando una tecnologia particolarmente innovativa, chiamata microtunnelling. Si tratta di un sistema “no dig”, dall’inglese “no-digging”, cioè “senza scavo”, che permette la posa in opera di tubazioni interrate senza ricorrere agli scavi a cielo aperto, attraverso due pozzi, uno di spinta e uno di arrivo (scheda tecnica più approfondita in fondo).