Faenza. Dai dati sull’intero comprensorio delle “Terre di Faenza”, emerge l'andamento positivo delle presenze turistiche. Dopo i buoni riscontri del primo trimestre, anche il periodo primaverile, fino alla fine di giugno, ha fatto segnare numeri positivi sugli arrivi e le presenze registrati presso le strutture ricettive del territorio. “Questo dato – sottolinea il direttore Filippo Olivucci (dal 1° luglio la direzione dell'ente di promo commercializzazione turistica viene ricoperta da un'unica persona) – è sicuramente una bella iniezione di fiducia per tutto il comparto turistico del comprensorio faentino. Infatti, per i primi sei mesi del 2011, confrontati con lo stesso periodo del 2010, si riscontra un robusto incremento degli arrivi con +1.93 arrivi (numero complessivo di check in presso le strutture ricettive) pari al +6,07% ed una buona crescita delle presenze (pernottamenti presso le strutture) pari al +3% netto (in termini assoluti + 2.867 pernottamenti). In termini assoluti – conclude il direttore – nel primo semestre 2011, 'Terre di Faenza' ha registrato 33.715 arrivi e 98.337 presenze”. Per quanto riguarda i dati dei singoli comuni per il primo semestre 2011 si nota come Faenza continui ad essere in costante crescita negli ultimi 5 anni con il raddoppio delle presenze turistiche dal 2005 al 2010; stabili sono le presenze (+ 0,3%) mentre crescono gli arrivi: +934 nelle strutture ricettive, pari ad un +4,21%. Anche Riolo Terme segna un buon incremento delle presenze, pari al 2,97% (+627 pernottamenti), in linea con il dato medio del comprensorio faentino. Su questi dati positivi, riferiti in particolare al settore alberghiero nei primi mesi dell’anno, ha influito probabilmente l’apertura del nuovo centro benessere presso lo stabilimento termale di Riolo, inaugurato alla fine dell’anno 2010. Il totale dei pernottamenti nei primi sei mesi del 2011 è stato di 21.743. A Casola Valsenio, con piccoli numeri in termini assoluti (1.457 presenze nel primo semestre 2011), si registra un leggero calo sia degli arrivi che delle presenze. Bisogna però ricordare che nel 2010 il comune aveva fatto registrare, anche nei primi sei mesi dell’anno, ottimi risultati. Casola ha come punto di forza la programmazione estiva, quest’anno molto ricca nei mesi di luglio ed agosto grazie anche al trentennale del Mercatino delle Erbe e al calendario ricchissimo di Casola è una Favola: pertanto questi dati potranno sicuramente passare in positivo. Grande crescita viene segnato da Brisighella nel primo semestre. Infatti, dopo i primi mesi difficili dell’anno 2010 e la ripresa costante avvenuta da giugno in poi nel corso di tutto l’anno passato, Brisighella ha ottenuto eccezionali segnali di rafforzamento, sia sugli arrivi (+1.113 arrivi, pari al +24,56%), sia sulle presenze con un +24,19%, pari a 2.622 pernottamenti in più sullo stesso periodo del 2010. La ripresa è trainata per Brisighella dal segmento extra alberghiero che segna, nel solo mese di giugno +1.167 presenze, con un incremento del 62%. In termini assoluti Brisighella ha avuto, nel primo semestre 2011, 13.462 presenze a fronte di 5.644 arrivi. Infine Castel Bolognese e Solarolo, i due comuni del comprensorio con un numero di posti letto più basso rispetto agli altri, hanno dati turistici sostanzialmente stabili ed in linea con le aspettative di “Terre di Faenza”.