Bologna. Il progetto di Hera-Enel, che prevede la realizzazione di 310 colonnine di ricarica per veicoli elettrici, è uno dei cinque selezionati a livello nazionale dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas per accedere alle agevolazioni previste a sostegno della sperimentazione di sistemi di ricarica pubblici. Un centinaio in totale quelle che verranno installate nella nostra regione. L’impegno di Hera consiste in due progetti pilota, uno per il Comune di Imola e l’altro per il Comune di Modena, dove Hera è distributore di energia elettrica, basati sullo sviluppo di infrastrutture innovative (una quarantina in tutto) per la ricarica dei veicoli elettrici destinati al trasporto di persone e di merci, da installare in sede pubblica. Si va così a piccoli passi verso la mobilità elettrica, a beneficio dei cittadini che abitualmente si muovono sulla direttrice delle città localizzate lungo la via Emilia, che troveranno punti di ricarica a intervalli di circa 30 chilometri fra Reggio Emilia e Rimini. Per consentire la massima diffusione delle sperimentazioni, i gestori dei progetti selezionati dovranno presentare all'autorità rapporti semestrali che comprendano una sezione appositamente dedicata alla pubblicizzazione dei risultati. Le agevolazioni prevedono un contributo fino a tutto il 2015 per ogni singolo punto di ricarica pubblico.