Toscanella (BO). “Chi è stato? la strategia della tensione e le stragi  impunite  dal 1969 al 1984” è il tema di una mostra curata da Anpi, Cgil, studenti universitari della Statale di Milano allestita, a cura dell’Anpi di Dozza – Toscanella, presso gli spazi della festa del Pd nel parco Ruggi in via Allende, dal 30 luglio al 9 agosto 2011.
Con questa mostra “si tenta di dare un significativo contributo al consolidamento della verità storica di quegli anni e di ottenere luce e verità nei tanti aspetti ancora oscuri, attingendo elementi dalle indagini giudiziarie svolte – affermano gli organizzatori -. Conoscere la storia anche nelle sue pagine più tragiche significa capire le ragioni del presente, saper analizzare gli attacchi alla democrazia che per vent'anni hanno insanguinato il nostro paese. Vuol dire anche saper rinnovare il nostro impegno in difesa della Costituzione e della Repubblica”.
La mostra ricorderà i seguenti avvenimenti: 1969, strage di Piazza Fontana – 1972, strage di Peteano – 1973, strage alla Questura di Milano – 1974, strage di Piazza della Loggia a Brescia e strage dell'Italicus a San Benedetto Val di Sambro – 1980, strage alla stazione di Bologna 1984, strage del rapido 904 e strage di Ustica
La mostra sarà inaugurata sabato 30 luglio 2011. Alle ore 20.30 presentazione della mostra, a seguire, alle 21, tavola rotonda presieduta da Antonio Borghi (sindaco di Dozza), con la partecipazione di: Andrea Speranzoni, avvocato del Foro di Bologna, autore  di pubblicazioni sulla strategia della tensione; Daria Bonfietti, ex membro della  Commissione parlamentare di inchiesta sulle stragi; Aldo Giannuli, storico e consulente nell'ambito delle inchieste sullo stragismo.