Minsk (Bielorussia). Si chiama “European Islands” ed è un meeting che espone opere artistiche e architettoniche concepite da un team di giovani per dare uno slancio internazionale alle piazze delle capitali europee. Il progetto itinerante coinvolge Germania, Italia, Lituania, Bielorussia, Russia, Ucraina e Polonia in una serie di scambi culturali e creativi dedicati agli spazi pubblici del vecchio continente. Al meeting 2011, in programma dal 4 al 24 agosto nella capitale bielorussa, partecipano cinque italiani dell’associazione bolognese “Turisti non a caso”. In programma c'è la costruzione di una scultura-installazione che rivisita la leggendaria Torre di Babele in stile decostruttivista. L’opera, concepita in Germania nel corso della scorsa edizione, sarà realizzata dai 35 ragazzi rappresentanti sette associazioni provenienti da ciascuno dei paesi coinvolti nel progetto. Evento itinerante nato nel 2008 con il finanziamento del programma europeo “Youth in Action 3.1”, “European Islands” promuove l’utilizzo dell’arte come forma di dialogo interculturale in grado di aprire i processi democratici alla partecipazione delle giovani generazioni. L’architettura, gli spazi collettivi e l’urbanistica, i media, la politica e la società dell’Europa unita sono inoltre i protagonisti di altrettanti workshop che si svolgeranno tra Minsk e il parco naturale di Braslaw, nel nord del Paese. “Turisti non a caso” condurrà un workshop dedicato ai mezzi di comunicazione e allo scambio tra culture con la realizzazione di un giornale internazionale, per cui i ragazzi di ciascuna nazionalità rielaboreranno le notizie provenienti dagli altri Paesi con l’obiettivo di mettere a fuoco la visione di ogni territorio sui propri vicini. In programma anche una “blind dinner”, ovvero una cena al buio organizzata dall’associazione per far gustare i sapori tipici italiani. Turisti non a caso promuove il turismo dinamico come strumento di conoscenza e consapevolezza nell’incontro tra le culture del mondo.