Forlì. La comunità Sikh dell'Emilia Romagna si ritroverà a Forlì per rendere omaggio ai caduti presenti nel cimitero di guerra di via Ravegnana. Molti furono i militari dell'Indian army inquadrati nell’Ottava armata britannica che combatterono e caddero negli aspri scontri per la liberazione dell’Italia dall'occupazione nazifascista.
Sabato 13 agosto 2011, alle ore 11, si svolgerà l'inaugurazione di un monumento in memoria dei caduti Sikh, interamente realizzato a cura e spese della comunità Sikh. Successivamente, alle ore 11.30, Patrick Leech, assessore alle Relazioni internazionali, accompagnato dagli anziani della comunità Sikh, deporrà una corona d’alloro al monumento del cimitero di guerra indiano. Saranno inoltre presenti le Associazioni Combattentistiche e d’Arma.
I Sikh, dai lunghissimi capelli raccolti in un turbante, sono originari del Punjab, una regione geografica tra il Pakistan e l’India. In Italia sono circa 30 mila, e quelli che giungeranno a Forlì vivono in gran parte nella zona di Mantova e Novellara (RE), dove esiste una comunità di oltre 3 mila presenze impegnata prevalentemente nelle attività agricole e nell’industria lattiero-casearia.