Forlì. Cade in questi giorni l'anniversario della barbara uccisione dei componenti della “Banda Corbari”, avvenuta per opera di nazisti e fascisti sulle colline di Modigliana e Castrocaro. Per non dimenticare il sacrificio e mantenere viva la memoria del martirio e dei valori democratici dei partigiani Iris Versari, Silvio Corbari, Adriano Casadei e Arturo Spazzoli, uccisi a Ca’ Cornio vicino Modigliana, il 18 agosto 1944, e del partigiano Tonino Spazzoli, ucciso il giorno successivo nei pressi di Coccolia, dopo esser stato torturato in carcere e costretto ad assistere alla macabra esposizione del cadavere del fratello e degli altri patrioti forlivesi i cui corpi senza vita furono appesi ai lampioni di piazza Saffi, il Comune di Forlì ha programmato alcuni eventi per questo fine settimana.
Giovedì 18 agosto 2011, fin dalle prime ore del mattino ai due lampioni di piazza Saffi di fronte a palazzo Albertini, verranno posizionate corone commemorative che resteranno esposte per l’intera giornata; venerdì 19 agosto alle ore 21.15 in piazzetta della Misura si terrà il “Concerto sotto le stelle” della Banda città di Forlì; per finire domenica 21 agosto il presidente del Consiglio comunale di Forlì Paolo Ragazzini, interverrà alla manifestazione organizzata dal Coordinamento provinciale per i luoghi della memoria, a Ca’ Cornio di San Valentino, fra i Comuni Modigliana e Tredozio, luogo dell’eccidio.
La “Banda Corbari”, i cui componenti furono tutti insigniti della Medaglia d'oro al valor militare, è ricordata in numerosi libri e saggi ed è stata portata sul grande schermo da Valentino Orsini con “Corbari” (1970), in cui il protagonista Sirio “Silvio” Corbari è interpretato da Giuliano Gemma, e più recentemente da Antonio Spino con “Partisans. La storia del battaglione Corbari” (1996).