Imola. Il consiglio di amministrazione del Montecatone Riabilitation Institute ha deciso di prorogare la sospensione cautelare dal servizio del dottor Mauro Menarini fino al prossimo 30 novembre in attesa della conclusione della fase istruttoria. Menarini era stato arrestato alla fine dello scorso anno con l’accusa di false attestazioni e truffa per aver diagnosticato al mafioso Silvio Balsamo un'invalidità del 100% e dichiararlo incompatibile al carcere. Ora, secondo i componenti del Cda del centro specialistico imolese, non sono venute meno le esigenze cautelari e le motivazioni alla base del provvedimento di sospensione adottato lo scorso 28 gennaio.
Temporaneamente le funzioni di primario dell’Unità spinale, a far data dal prossimo 1 settembre e fino alla fine dell’anno, saranno affidate al dottor Marsilio Saccavini, professionista che vanta esperienze di alto profilo sia nell’attività clinica che nella direzione di strutture ospedaliere complesse rivolte alla riabilitazione di persone con lesione midollare e cerebrale. L’incarico ha il fine di garantire la direzione dell’Unità spinale e la gestione al massimo livello dei programmi di sviluppo previsti dalla società.
Saccavini andrà a sostituire il dottor Sergio Lotta che fino allo scorso 12 luglio ha svolto temporaneamente la funzione di primario e che ora per ragioni personali non potrà più garantire la necessaria presenza a tempo pieno.