Lugo. Dopo 4 giorni di intensi incontri, le due lughesi in missione in Iraq, Fulgida Barattoni Presidente dell'International peace bureau – Italia e Monia Savioli giornalista membro effettivo dell'associazione, sono rientrate in Italia. La visita che le ha portate sulla zona di confine Iran-Iraq a contatto con le famiglie dei villaggi attaccati nel nord della regione autonoma del Kurdistan, ha promosso l'interesse della Comunità Internazionale nei confronti della difficile situazione che ha causato fino ad ora morti e feriti fra la popolazione civile. I bombardamenti iniziati mesi fa sul confine con l'Iran e la Turchia continuano ogni giorno. La popolazione dei villaggi attaccati sono state costrette ad abbandonare le loro case e tutti i loro averi. L'interesse mediatico motivato dalla presenza delle due italiane in rappresentanza dell'ufficio italiano dell'Ipb ha attivato una serie di incontri con le autorità politiche della regione autonoma del Kurdistan dai quali è scaturita la forte volontà di porre fine al più presto ai bombardamenti. E' in programma, nei prossimi giorni, un incontro diplomatico in una città del Libano non resa nota per motivi di riservatezza tra le parti coinvolte per riuscire a trovare una soluzione al problema. L'incontro aprirà la strada al convegno internazionale dedicato alla pace e al dialogo tra i popoli che nel 2012 verrà organizzato in Kurdistan con il fattivo supporto della comunità curda e dell'Ipb-Italia.
L’International peace bureau è a tutt’oggi la Federazione di pace più vasta nel mondo del pacifismo con l’adesione di oltre 20 organizzazioni internazionali e 266 nazionali in 60 Paesi, con la sua importante storia nata ancora nel XIX secolo, il premio Nobel per la Pace conferitole nel 1910 e la sua alta credibilità internazionale cresciuta attraverso importanti iniziative e campagne di pace internazionali.
Ipb-Italia si da alcuni anni è reso promotore sul territorio nazionale della campagna mondiale “Mayors for Peace” – “Sindaci per la Pace” diretta dal sindaco di Hiroshima Akiba Tadatoshi che a tutt’oggi conta in Italia già più di 150 Sindaci ma che si propone di coinvolgere tutti i Sindaci dei Comuni italiani.

Informazioni: http://www.ipb-italia.org/