Ravenna. Il vicesindaco Giannantonio Mingozzi ha partecipato all’appello lanciato dal sindaco di Forlì, Roberto Balzani, e dal presidente della fondazione Oriani Sauro Mattarelli, in difesa delle festività civili. “Una settimana fa – dichiara Mingozzi – avevamo chiesto in molti che il parlamento salvaguardasse almeno il 2 giugno, festa della Repubblica. Vedo con piacere che la mobilitazione in atto considera anche la festa del Lavoro e la Liberazione, date insostituibili per l’identità del nostro Paese. Ma per difendere i principi costituzionali e le fondamenta della Repubblica, oltre a raccogliere adesioni occorre anche educare la cittadinanza e aiutare i giovani a capire il valore di queste celebrazioni. Per questo i firmatari dell’appello danno appuntamento ai ravennati nella giornata del 20 settembre prossimo, anniversario della breccia di Porta Pia, per una grande manifestazione dell’orgoglio laico e patriottico, che avrà a fondamento proprio la difesa delle festività civili come riconoscimento della storia italiana, utili inoltre anche a territori come il nostro a forte vocazione culturale e turistica. Senza dimenticare che in quella giornata così simbolica ci dovremo chiedere perché si escludano sempre e a priori le festività religiose dalle misure di sacrificio e di rinuncia che vengono chieste agli italiani”.