Lido di Savio. La nazionale azzurra che parteciperà ai mondiali di beach soccer, in programma dall’1 all’11 settembre allo “Stadio del mare” di Marina di Ravenna, ha scelto Lido di Savio per i suoi allenamenti. L’Italbeach, guidata da mister Esposito, sarà protagonista dei mondiali fin da domenica 28 agosto, quando alle 20 con il Giappone disputerà l’amichevole che di fatto inaugurerà il grande evento sportivo. Gli azzurri si alleneranno sul campo di Lido di Savio per due volte al giorno, compresi gli allenamenti previsti dalla Fifa allo Stadio del Mare di Marina di Ravenna, fino alla vigilia del primo match contro l’Iran che avrà luogo giovedì 1 settembre alle 18. La partita amichevole del 28 agosto, inizio ore 20, sarà valida per il trofeo “I. Crescentini”, durante il quale si ricorderà il figlio del presidente della federazione sanmarinese scomparso alcuni anni fa.
I dodici atleti convocati per tentare l’assalto alla “Fifa beach soccer World cup Ravenna/Italy 2011”, sono: portieri Simone Del Mestre (Colosseum) e Stefano Spada (Ferragnoli Terracina); difensori Michele Leghissa (Colosseum) e Matteo Marrucci (Viareggio); laterali Dario Ramacciotti (Viareggio), Francesco Corosiniti (Roma) e Simone Feudi (Feragnoli Terracina); attaccanti Giuseppe Soria (Colosseum), Franco Palma (Roma), Paolo Palmacci (Feragnoli Terracina), Sacha Di Tullio (Viareggio) e Gabriele Gori (Viareggio).
La rosa sembra essere la stessa che si è classificata quinta alle super final dell’EuroLeague di Mosca, con due nuovi innesti quali il giovane Gabriele Gori, importante recupero per lo scacchiere azzurro, e Sacha Di Tullio, alla prima apparizione ufficiale nella nazionale italiana. Per il resto il gruppo è confermato: Del Mestre e Spada difenderanno la porta azzurra, immancabile e pronto a guidare la difesa il capitano Leghissa, coadiuvato dal difensore del Viareggio Marrucci; Ramacciotti e Corosiniti pronti a galoppare sulle fasce, il play Feudi in mezzo al campo pronto a dettare i tempi e ai servire i compagni assist preziosi. In avanti il potenziale azzurro oltre ai due nuovi innesti dipenderà dalle giocate di Soria, fresco capocannoniere del campionato italiano, Palmacci protagonista con il Terracina pigliatutto (Campionato, Coppa Italia e Supercoppa Italiana) e Palma, attaccante molto duttile che ricopre più posizioni in mezzo al campo.
Lo staff è azzurro è inoltre composto dal capo delegazione Alberto Mambelli, dal team manager Ferdinando Arcopinto, dal segretario Alberto Branchesi, dal commissario tecnico Massimiliano Esposito. Dal preparatore dei portieri Davide Bertaccini, dal preparatore Atletico Luca Coletti, dal medico Daniele Cucchi, dal fisioterapista Filippo Bertini e dal magazziniere Sandro Della Pelle.