Imola. Come ormai da 5 anni, torna la festa annuale dell'associazione di volontariato “Ernesto”, prevista per sabato 3 settembre 2011, dalle ore 9 alle 16, presso il centro anziani di via Tiro a Segno 2. L'associazione Ernesto si propone anche di fare conoscere il proprio operato: agisce come mediatore nell’adozione internazionale in Ungheria ed è un ente autorizzato dalla presidenza del consiglio dei ministri-Commissione Adozioni Internazionali, pertanto svolge un attività di tipo pubblico; essa è apartitica, apolitica e non persegue fini di lucro così come previsto dal D.L. 460/97. L’ associazione si propone di promuovere e svolgere in concreto attività volte a dare una famiglia ai minori in stato di abbandono morale e materiale nati in paesi esteri, di qualsiasi nazionalità, razza, classe sociale o religione, qualora ciò sia conforme al prevalente interesse del minore, al principio di sussidiarietà dell’adozione internazionale, alle norme vigenti in Italia e nei Paesi Esteri nei quali dovranno essere svolte le pratiche di adozione. Allo stato l’Ente svolge tale tipo di attività, di mediazione nell’adozione internazionale, in Ungheria. A tal fine, si impegna a fornire, sia in Italia sia all’estero, la necessaria assistenza alle coppie che abbiano dichiarato la propria disponibilità all’adozione internazionale; per far ciò si avvale di personale qualificato (psicologi e pedagogisti in Italia, traduttori e interpreti, accompagnatori, personale specializzato in Ungheria). L'ente coglie l’occasione per invitare alla festa tutte le coppie che fossero interessate e motivate ad affrontare l’iter adottivo, nonché appassionati, incuriositi e affascinati che magari volessero collaborare. Si cercano, in particolare, persone disponibili a organizzare sorprese, giochi e attività ludiche per i bambini nella giornata della festa. Ad oggi, l'ente ha concluso 71 adozioni. Ha deciso di accettare l’incarico solo per le coppie che sono disponibili ad adottare minori dai 5/6 anni, senza alcuna preferenza di sesso e comunque senza pregiudizi razziali. Per info: telefono 0542/25284 cell.335/7096440 Fax 0542/610128. (elvis angioli)