Imola. Ufficializzate, con la pubblicazione nel sito dell’Usp di Bologna (ex Provveditorato), le assegnazioni dei dirigenti scolastici e delle reggenze nei 6 Istituti comprensivi imolesi e in quello della Valle del Santerno, con sede a Borgo Tossignano. L’Ic 2 (Marconi-Carducci) avrà la reggenza del preside del Paolini-Cassiano, Davide Fabbri; l’Ic 3 (Campanella-Mordano) vede confermata come dirigente Redenta Formisano, la quale avrà anche la reggenza dell’Ic della Vallata; l’Ic 4 (Valsalva-Montebello-Rodari) vede confermata la reggenza di Enrico Michelini; l’Ic 5 (Sante Zennaro) ha come dirigente Franco Fanti, che avrà in reggenza anche l’Ic 6 (Cappuccini-Zolino) e all’Ic 7 (Pedagna) si conferma la dirigente Manuela Mingazzini.
“Senza nulla togliere ad altri bravissimi professionisti del mondo della scuola, credo di poter dire che gli Istituti comprensivi imolesi ed anche quello della Vallata sono in ottime mani – afferma l’assessore alla Scuola Marco Raccagna -. Certo le reggenze sono sempre oggettivamente un problema ed evidenziano ancora una volta l’inadeguatezza delle politiche scolastiche di questo governo, perché testardamente continuo a chiedermi quale autonomia scolastica possa essere garantita senza la certezza di avere dirigenti stabili in grado di adempiere pienamente alle loro funzioni”.
“Quale autonomia scolastica in una scuola pubblica oramai depauperata di ogni possibilità di libera autonomia organizzativa ed educativa, visti i tagli sia economici che in risorse umane?” si domanda ancora l’assessore imolese, che commenta: “Tuttavia, in mezzo ai disastri prodotti dalla destra al governo del Paese, mi conforta essere certo che le capacità dei dirigenti imolesi e la loro conoscenza del territorio, insieme alla passione di tutto il personale della scuola, permetterà anche nel prossimo anno scolastico, pur tra i tanti problemi che tutti abbiamo a causa della crisi e a causa di politiche sbagliate, di confermare quel quotidiano rapporto tra scuole, ente locale, territorio e famiglie che sono il vero valore aggiunto del nostro sistema scolastico locale”.