Imola. Una sala stracolma per l'assemblea dei lavoratori della Funzione pubblica- Cgil, che si è svolta lo scorso 31 agosto nel salone di via Emilia 44, per illustrare le conseguenze della manovra economica del Governo e spiegare le ragioni della mobilitazione e dello sciopero generale indetto dalla sola Cgil per martedì 6 settembre.
 “Sono molto soddisfatta della partecipazione dei lavoratori che hanno preso parte questa mattina all'assemblea rivolta ai dipendenti di Comuni, Ausl ed Enti statali – dichiara Mirella Collina, segretaria generale Fp-Cgil di Imola -. Dall'incontro è emersa una grande preoccupazione e confusione sulle manovre adottate dal Governo. I lavoratori hanno esortato la Fp Cgil a non fermare le iniziative, continuando la mobilitazione in previsione dello sciopero, e anzi di promuoverne altre. Si è deciso, ad esempio, di organizzare un sit-in permanente in piazza a partire dal 6 di settembre, dove i lavoratori si alterneranno per tenere alta l'attenzione sui tagli ai servizi alla persona e sulla riduzione dei diritti ai cittadini attraverso la riduzione dei finanziamenti agli enti locali”.