Mordano. Una delegazione del Comune è stata in visita ufficiale a Mezohegyes, in Ungheria, da domenica 28 agosto a mercoledì 31 agosto 2011. Il sindaco Stefano Golini, l’assessore Francesco Bendini (deleghe a Sport, Attività produttive e Comunicazione), l’assessore Giovanni Andalò (Agricoltura, Ambiente e Lavori pubblici) e il consigliere Paola Ravaglia (incaricata dei rapporti con il comune ungherese), hanno così ricambiato la visita di inizio aprile, quando il sindaco di Mezohegyes, Erzsèbet Faltin Kovàcsnè, intervenne insieme alla sua delegazione al convegno “L’Europa s’è desta” organizzato dal Comune di Mordano per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia (partecipò in quell’occasione anche il comune campano di Sanza, teatro di importanti fatti risorgimentali tra cui il tragico epilogo della spedizione di Sapri guidata da Carlo Pisacane).
La visita in Ungheria è servita a definire le tappe attraverso le quali si giungerà, nel prossimo anno, ad un vero e proprio patto di gemellaggio. Nei colloqui bilaterali si sono pertanto posti al centro del confronto i temi-guida del rapporto di gemellaggio (relazioni sociali, culturali, economiche, turistiche, sportive), giungendo alla stesura di una bozza di “Patto di Gemellaggio”, individuando altresì alcune priorità su cui concentrare l’attenzione fin da subito: continuare a promuovere la conoscenza e lo scambio reciproco (visite-scambio scolastiche, approfondimenti linguistici e culturali, informazione sui siti istituzionali, ecc.); sviluppare future relazioni economiche (contatti tra imprenditori locali, promozione prodotti, ecc.); promuovere gli scambi di interesse turistico e sportivo (soggiorni e visite turistiche, equitazione, caccia, pesca, ecc.).
I due sindaci hanno firmato un protocollo che individua le tappe che porteranno alla firma del “Patto di Gemellaggio” a marzo 2012 a Mordano e a giugno in Ungheria, durante la “Festa dei gemellaggi”, che il comune ungherese organizza  periodicamente (l’ultima nel 2006) per incontrare le diverse città gemellate.