Imola. Nelle scuole elementari del comprensorio imolese verranno a mancare 13 insegnanti di sostegno. La Federazione della Sinistra accoglie “con rabbia e indignazione, ma senza sorpresa la notizia”. A causa dei provvedimenti governativi le scuole elementari imolesi, che già devono sopperire alla scarsità di docenti, ora devono anche fronteggiare la mancanza di insegnanti di sostegno “che va a penalizzare la fascia più debole ossia gli alunni ‘certificati’ che rimarranno senza l'adeguato supporto scolastico che consenta loro di avere un istruzione paritaria agli altri – si legge nel comunicato della Federazione della Sinistra -. Inoltre il fatto che, come ha già ricordato nelle sue dichiarazioni anche l'assessore Raccagna, ci siano molti casi limite, che non risultano certificati ma che avrebbero comunque bisogno di un adeguato supporto scolastico, non è altro che la conseguenza di un innalzamento del limite necessario a ottenere la certificazione, voluto dal governo in nome del risparmio economico anti-crisi, che lascia scoperti molti alunni bisognosi di un aiuto nel percorso scolastico. Condividiamo infine, l'ennesimo sforzo dell'amministrazione comunale, ancora una volta in controtendenza rispetto al governo, che ha stanziato 1 milione e 200 mila euro per compensare la mancanza di insegnanti di sostegno con educatori comunali”.