Granarolo Emilia. “Quale il cammino della chiesa” è il tema di un incontro – dibattito al quale parteciperà l’importante teologo brasiliano padre Marcelo Barros. L’appuntamento è per lunedì 19 settembre, ore 21, in via Badini 2 (presso la chiesa parrocchiale di San Michele)
Marcelo Barros, benedettino brasiliano, teologo della liberazione e biblista, ha 66 anni. Entra nel monastero benedettino di Recife a 18 anni. Dal 1967 al 1969, senza staccarsi dal monastero, vive come membro di una comunità ecumenica, abitando con i fratelli di Taizè a Olinda- Ordinato sacerdote nel 1969 dall' arcivescovo dei poveri, dom Helder Camara, di cui diviene stretto collaboratore della pastorale giovanile e l'ecumenismo. Dopo aver passato vari anni nel monastero di Recife  si sposta in quello di Curitiba per poi fondare, 30 anni fa, insieme ad altri monaci, il monastero dell'Annunciazione a Goias, nel centro del Brasile. E' stato tra i fondatori del Cebi, Centro studi biblico, assessore della Commissione pastorale della Terra (Cpt) e della Comunità ecclesiali di base (Cebs); espressioni della Conferenza nazionale dei vescovi brasiliani (Cnbb). E’ membro dell'associazione ecumenica dei teologi del Terzo Mondo-Asett. Settimanalmente scrive un articolo per vari quotidiani brasiliani su: Spiritualità ecumenica e le sfide della vita. Ha scritto 40 libri, undici dei quali tradotti in Italia.